Cosenza, Braglia: “Ai playoff venderemo cara la pelle”

 di Valentino Bonetti  articolo letto 690 volte
Piero Braglia
© foto di Giuseppe Scialla
Piero Braglia

Vittoria molto importante in chiave playoff per il Cosenza su un campo difficile come quello della Sicula Leonzio. I rossoblu sono passati grazie alla rete messa a segno da D'Orazio al 36' su torre di Baclet. Ecco come il tecnico Piero Braglia ha commentato la gara:

“Questa partita la dedico a mio figlio Thomas, io e lui sappiamo il perché. Tutto qui. Questa è una vittoria importante contro una squadra forte, che sta in salute e che gioca a calcio, è una vittoria doppia perché la Sicula è una squadra che ai playoff potrebbe darci fastidio. Avevamo alcune defezioni, abbiamo fatto ciò che dovevamo fare col cuore, perché per vincere questa partita i ragazzi hanno messo in campo orgoglio e cuore. Un paio di volte avremmo potuto chiudere la partita, con Tutino ed Okereke che, se la dà a Baclet, lo manda in porta. Questa è una squadra abituata a giocare in un determinato modo, se in casa facciamo fatica è perché se vengono a difendersi tutti bassi si fa fatica. Saracco è un ragazzo che a un certo punto del campionato ho indicato titolare per sostituire Perina, un grande portiere che non c’entra niente con la C per la freddezza e le sue qualità. Playoff? Noi ci dobbiamo arrivare, poi venderemo cara la pelle. In queste tre partite vediamo di fare il meglio che si può, il calcio è domenica per domenica”.