INTERVISTA TC Cortellini: "AlbinoLeffe? Rispetto e stima reciproca"

 di Claudia Marrone Twitter:   articolo letto 735 volte
© foto di GENNARO MASI
INTERVISTA TC Cortellini: "AlbinoLeffe? Rispetto e stima reciproca"

Ha da poco rescisso il suo contratto con l'AlbinoLeffe, ed è quindi ora pronto a nuove avventure il centrocampista Roberto Cortellini. Che, anche per una panoramica su quello che è il campionato di Serie C, si racconta ai microfoni di TuttoC.com.

Come mai la decisione di rescindere il contratto con l'AlbinoLeffe?
"La rescissione è stata consensuale,il direttore mi ha parlato chiaramente del fatto che avrei trovato pochissimo spazio nel girone di ritorno e io, non volendo essere un peso per nessuno, ho preferito, con una stretta di mano interrompere il nostro rapporto. C’è stima e rispetto tra di noi quindi abbiamo scelto questa soluzione in serenità".

Hai comunque la possibilità di accasarti altrove: si sta muovendo qualcosa?
"Avevo già trovato una soluzione in una squadra dilettantistica vicino a casa, ma non so per quale strano motivo in Italia esistono regole bizzarre che non tutti conoscono, per le quali avrei dovuto firmare entro il 30 di gennaio mentre io l'accordo lo avevo trovato due giorni dopo. Adesso avrei solo la possibilità di accasarmi nei professionisti, ma per ora non ho sentito nessuno".

A proposito del sistema calcio italiano. Hai vissuto tutta la parte di andata del Girone B. Che idea ti sei fatto del caso Modena?
"Il caso Modena credo sia l'emblema di questi ultimi anni di calcio, società sempre più in difficoltà che non riescono a bilanciare entrate e uscite e regole che spesso permettono a queste società in difficoltà di iscriversi e di fare mercato. Spero comunque che il Modena si possa risollevare, ho anche giocato li nella stagione 2009-10 e sono affezionato a quei colori, ma ancor di più spero che questo caso non permetta più nei prossimi anni a certe società di iscriversi: ci vogliono più controlli e maggiori garanzie nei confronti di tutti i lavoratori che con passione spesso fanno funzionare le cose senza percepire un euro".

Sfiorato il caso Vicenza, una sorta di Modena-bis, il campionato è proseguito. La classifica attuale è quella più veritiera?
"Sono convinto che la classifica a questo punto del campionato rappresenti i valori espressi in campo, il girone di ritorno sicuramente è più complicato e nasconde più insidie, ma il Padova in questo momento può solo perderlo da solo questo campionato, mentre altre squadre che hanno speso tanti soldi non sono state in grado fino a ora di tenere il passo dei veneti".

Dove arriverà l'AlbinoLeffe?
"All'AlbinoLeffe auguro il meglio, non so dove possa arrivare ma spero che riesca a migliorare la posizione di classifica dello scorso anno e centrare di nuovo i playoff. In questo momento in quella zona ci sono tante squadre in pochi punti, ogni giornata ci sono scivoloni e sorpassi, quindi sarà tutto in bilico fino alla fine".