Como, stadio malmesso: tifosi furibondi col Comune

17.07.2019 12:50 di Alessio Lamanna   Vedi letture
© foto di Tommaso Sabino/TuttoLegaPro.com
Como, stadio malmesso: tifosi furibondi col Comune

Tapparelle vecchie e scrostate visibili dalla strada, bagni in condizioni pietose, muri da riverniciare, targa all'ingresso della tribuna da rimodernare e non solo. Nulla che impedisca allo stadio Sinigaglia di essere utilizzato per le partite del Como nella prossima Serie C. Però sui social monta la polemica tra i tifosi e il Comune, reo di non effettuare una manutenzione sufficiente per rendere il proprio stadio esteticamente più gradevole. Del resto l'impianto lariano è in una posizione invidiabile, a pochi metri dal lago, ma appare piuttosto vetusto. 

E così sotto accusa finisce il sindaco Landriscina. Che dal canto suo prende tempo, del resto ben conosciamo le difficoltà economiche e le trafile burocratiche che gli enti pubblici devono patire prima di poter effettuare investimenti. Ma i tifosi non sentono ragioni, feriti anche dai lavori che si stanno effettuando in stadi più o meno vicini (Busto Arsizio, Bergamo, Brescia, Cremona). "Volere è potere", dicono. E il sindaco finisce sul banco degli imputati.