Gravina: "Le regole sono chiare. Perchè bloccare i ripescaggi?"

10.08.2018 14:20 di Marco Pieracci  articolo letto 3151 volte
Gabriele Gravina
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Gabriele Gravina

Il presidente della Lega Pro Gabriele Gravina è intervenuto ai microfoni di TuttoMercatoWeb.com: “Io credo principalmente una cosa cosa: che ci dovrebbe sedere tutti insieme a un tavolo, siamo leghe che fanno però parte dello stesso sistema, e questo atto di distruzione del calcio italiano qualcuno lo porterà sulla coscienza. Credo nella riforma dei campionati e nel rispetto delle regole, combatto l'arroganza e le forme di egoismo, e quando sento dire che si vuol ridurre la B in modo da dividere diversamente le risorse, trovo tutto vergognoso. Noi rimaniamo in attesa, ma di cosa alla fine? Le regole sono talmente chiare. Bastava rinviare di un anno, come richiesto, questa riforma, ma qui non c'è mai possibilità di dialogo. Ed è questa la tristezza del calcio italiano. Vi pare normale tutto ciò che sta succedendo? I ripescaggi sono un diritto di tanti club in regola che hanno fatto sacrifici per rispettare tutti i parametri richiesti, perché bloccare i ripescaggi? E secondo voi io dovrei far partire i campionati con il rischio che tra un mese tutto venga stravolto dalla giustizia?”.