L'Almanacco del giorno - News, trattative e retroscena del 6/12

07.12.2018 00:00 di Sebastian Donzella Twitter:   articolo letto 270 volte
© foto di Federico Gaetano
L'Almanacco del giorno - News, trattative e retroscena del 6/12

Giovedì triste per la Serie C: Riccardo Pelagatti, assistente arbitrale della CAN PRO, è scomparso a soli 32 anni a causa di una malattia. Tutte le terne, questo weekend, lo ricorderanno indossando il lutto al braccio.

Ma la vita non si ferma e, passando al calcio giocato, è stato anche un giovedì indimenticabile per la Virtus Entella. I liguri vincono ai rigori nel derby con il Genoa di Coppa Italia, ottenendo il passaggio agli ottavi di finale contro la Roma. Partita spettacolare, terminata 3-3 ai supplementari: nei primi 90 minuti le doppiette di Piatek e Icardi, poi grifoni avanti con Lapadula e pareggio al 121' di Adorjan. Da lì ben 16 rigori, con Paroni che para il penalty decisivo proprio a Lapadula. Nell'altra sfida, invece, il Sudtirol cede per 2-0 a Torino. Granata che segnano un gol per tempo con Soriano ed Edera, nel mezzo la rete regolare annullata a Turchetta per un fuorigioco che non c'è.

Tante novità dal punto di vista delle ufficialità, a cominciare dalla Casertana che conferma mister Raffaele Esposito in panchina, accostandogli Nello Di Costanzo come direttore tecnico. Particolare quella del Pro Piacenza che annuncia di andare via dalla città piacentina per giocare le gare interne a Santarcangelo di Romagna, dopo le incomprensioni con i "cugini" del Piacenza sullo stadio "Garilli". La Virtus Francavilla, invece, non ha più un diesse ma ha un nuovo diggì: si tratta di Domenico Fracchiolla che, abbandonato il primo ruolo, ha subito vestito i panni del secondo. In casa Sambenedettese, infine, risoluzione consensuale con il centrocampista Gabriele Kernezo.

Chiusura con un Silvio Baldini adiratissimo. Il tecnico della Carrarese minaccia di licenziarsi se la politica non risolverà i problemi dello stadio dei marmiferi: "Lo dico chiaro, a giocare in un altro stadio io non ci vado. Ci do su. Domenica è l’ultima partita che ci è concesso di giocare al dei Marmi. Se non si trova una soluzione io me ne vado", le parole alla stampa locale nella mattinata.