Pavia, ultima cordata per salvare la Lega Pro. Ma non convince la piazza...

08.07.2016 11:45 di Sebastian DONZELLA  articolo letto 3197 volte
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
Pavia, ultima cordata per salvare la Lega Pro. Ma non convince la piazza...

Questo pomeriggio i rappresentanti del Pavia incontreranno Alessandro Nuccilli, imprenditore romano e rappresentante di una cordata laziale, per trattare la cessione del club azzurro, gravemente indebitato e a un passo dalla scomparsa dalla Lega Pro. Nuccilli, quindi, è l'ultima speranza per provare a salvare il calcio pavese.

Il suo curriculum, però, non sembra aver convinto i tifosi che sembrano ormai preparati al peggio da diversi mesi: l'imprenditore nel settore delle pulizie, infatti, negli ultimi anni ha trattato numerosi club in difficoltà senza però arrivare al lieto fine. Oltre a Cuneo, Grosseto, Monza, Varese e Taranto, tutte trattative fallite, Nuccilli aveva addirittura provato a diventare il nuovo patron del Parma sommerso da quasi 100 milioni di euro di debiti: l'affare, ovviamente, saltò. Nella passata stagione, per la prima volta, è riuscito a entrare nel mondo del calcio. diventando il patron del Foligno, in Serie D: un'avventura durata un paio di mesi, prima di consegnare la squadra al sindaco per i troppi debiti pregressi. Resta memorabile una sua dichiarazione a MonzaNews di un anno fa (con i lombardi costretti poi a ripartire dalla Serie D): "Qualsiasi squadra in difficoltà voglia mettersi in mostra, io sono pronto in qualunque momento a fare il presidente". Un biglietto da visita sui generis. Chissà se oggi Nuccilli riuscirà a convincere gli scettici...