Serie C, finali 17:30. Monza sulla sirena, Piacenza da urlo. Catania ko

08.09.2019 19:35 di Anna Catastini   Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
Serie C, finali 17:30. Monza sulla sirena, Piacenza da urlo. Catania ko

Triplice fischio per 12 incontri di Serie C con inizio programmato alle 17:30. Cominciamo dal Girone A dove si giocava il big-match tra Como e Monza che arrivavano a sfidarsi dopo aver vinto le prime due partite. Al “Sinigaglia” termina 0-1 per gli ospiti, con il gol partita realizzato a tempo praticamente scaduto dal subentrato Mosti negli arrembaggi finali. Monza unica squadra a 9 punti nel Girone A. Non approfitta del derby al vertice il Renate, che pure era a 6 punti e che incappa nel primo ko in casa dell’Alessandria. Al “Moccagatta” termina 1-0 per i grigi e decide bomber Arrighini al 53’.

Un altro derby si giocava al “Franchi” di Siena, dove la Carrarese ha imposto alla Robur il secondo stop casalingo su altrettanti incontri: gli uomini di Baldini la sbloccano al 15’ con Maccarone e chiudono i giochi al 54’ con Caccavallo. Primo successo per i gialloblu.

Bene la Pro Vercelli di Gilardino che supera 1-0 l’AlbinoLeffe, grazie alla rete di Cecconi al 21’. Al “Melani” si chiude 1-1 il match tra Pistoiese e Gozzano con i piemontesi in vantaggio al 18’ grazie al penalty trasformato da Rolle. Alla mezz’ora però ingenuità di Banrofsky che lascia gli ospiti in dieci. La Pistoiese preme e trova il pareggio con Gucci al 62’. Al 77’ Camilleri si guadagna il secondo giallo e la parità torna anche negli uomini in campo.

Nel girone B reti e spettacolo al “Rocco” di Trieste dove si sfidavano due tra le favorite, Triestina e Piacenza. Padroni di casa in vantaggio con Formiconi al 7’, una rete che sembra mettere in discesa l’incontro per Pavanel. Nella ripresa entra Paponi che spacca in due il match con la doppietta del ribaltone tra 73’ e 78’. La Triestina si sbilancia ed incassa il gol dell’1-3 con Sylla all’84’. Il Piacenza raggiunge il Carpi a quota 7 dove c’è anche la Reggio Audace.

Tanti gol anche a Reggio Emilia, con l’Imolese che impone il pareggio per 2-2 alla Reggio Audace. Ospiti avanti con Checchi al 43’, poi Varone e Scappini siglano il sorpasso. Al 77’ è Latte Lath a firmare il gol del 2-2. Pareggio anche al “Neri” tra Rimini e Sudtirol. Si chiude 1-1 il match che vede i padroni di casa andare in vantaggio con Gerardi al 49’ e subire il pari bolzanino con Morosini al 72’. Primo punto per l’AJ Fano che impatta 1-1 in casa con il Ravenna. Sono i giallorossi a sbloccare il match con Giovinco al 9’, poi nella ripresa Varone evita il terzo ko ai marchigiani. Prima sconfitta infine per la Samb a Pesaro: per i padroni di casa rete di Grandolfo all’8’, poi pareggiata da Alessio Di Massimo per gli ospiti. Quando scocca l’ora di gioco è Voltan a realizzare il gol partita.

Nel Girone C fioccano le sorprese: il Catania di Camplone cade 2-0 a Potenza e lascia la vetta della classifica. Lucani spietati con Giosa al 12’ e Isgro al 41’, in un “Viviani” che vendica in parte il playoff del maggio scorso. Clamoroso anche il risultato di Viterbo, specie se si pensa che i laziali pochi giorni fa avevano espugnato il “San Nicola” di Bari ed ora cadono sotto i colpi della neopromossa Picerno, alla prima gioia esterna della storia tra i professionisti. In 6 minuti i lucani firmano il blitz, quelli tra il 25’ ed il 31’, in cui segnano Caidi e Santaniello. Tardiva la reazione della Viterbese con il terzo gol di Tounkara al 57’. Grazie alle sconfitte di Catania e Viterbese, la Ternana è da sola in vetta alla classifica del Girone C a punteggio pieno.