Tangorra: "Catania non ammazzerà campionato. Trapani mina vagante"

10.10.2018 21:00 di Valeria Debbia Twitter:   articolo letto 762 volte
Massimiliano Tangorra
© foto di Gabriele La Torre
Massimiliano Tangorra

Dopo l'esperienza di Monopoli e l'abilitazione ad Allenatore professionista di prima categoria – UEFA Pro, Massimiliano Tangorra ha analizzato coi colleghi di ZonaCalcio,net questo avvio di campionato nel Girone C di Serie C: “La Juve Stabia è una squadra attrezzata per poter competere sino alla fine, con Carlini si è migliorata un’ossatura già importante. Ripartono senza pressioni e senza proclami e questo può essere un vantaggio rispetto alle dirette rivali. Mi aspettavo qualcosa più dal Francavilla e dal Monopoli, si sono rinforzate in maniera notevole ma il loro inizio non è stato dei migliori, sicuramente queste compagini usciranno fuori alla lunga. La Casertana, per il momento, non ha ancora raggiunta una certa continuità, parliamo di una piazza molto esigente, una squadra che ha cambiato moltissimo con tanti giocatori di valore. L’undici di Fontana è sicuramente attrezzato a vincere ma deve trovare un gioco corale. Il Catania si presenta già come una macchina ben oliata, che presenta un tasso tecnico molto elevato, gli etnei hanno smentito sul campo l’alibi del periodo di inattività, la società ha lavorato nel migliore dei modi in questo periodo come dimostrano le vittorie contro il Rende e la Vibonese, sono nettamente favoriti ma non credo che ammazzeranno il campionato. Il Trapani è una sorpresa, ma grandi meriti vanno riconosciuti al direttore sportivo Rubino che ha fatto un lavoro egregio, sono riusciti ad ottenere subito risultati importanti, saranno la mina vagante del torneo, e possono contare su un giocatore spettacolare come Evacuo. Il Potenza l’avevo inserita tra le possibili candidate per la lotta ai play-off, aveva fatto un grande campagna acquisti, è partita male, adesso dovrà trovare un maggiore equilibrio".