Coppa Italia Tim, Savona da urlo: sbancato il Curi

PERUGIA-SAVONA 0-1
05.08.2013 00:25 di Nicolò SCHIRA Twitter:   articolo letto 4038 volte
Fonte: Ivg.it
© foto di Jacopo Duranti/TuttoLegaPro.com
Coppa Italia Tim, Savona da urlo: sbancato il Curi

Il Savona di Ninni Corda si regala una notte da sogno e al “Renato Curi” supera il Perugia per 1 a 0 grazie ad un gol di Federico Gentile al 7′ del primo tempo supplementare. Grazie a questa vittoria la squadra di mister Ninni Corda si avvicina al sogno di San Siro ma, prima di regalarsi una notte alla scala del calcio contro l’Inter, i biancoblù dovranno superare il Cittadella. Corda deve rinunciare a Maccarrone e Demartis, infortunati; Lucarelli è senza l’ex napoletano Insigne junior.

Nella prima frazione parte forte il Perugia di Lucarelli che si rende subito pericoloso al 3’ con Scognamiglio e 1’ dopo con Mungo, biancoblù mancato, che mette a lato. Con il passare dei minuti, il Savona cresce e controlla il gioco a centrocampo nonostante il ritardo nella preparazione; poche le azioni pericolose create da entrambe le squadre. La prima frazione, dopo 2’ di recupero, si conclude con le squadre che vanno negli spogliatoi sul risultato di parità. In avvio di ripresa, Ninni Corda lascia negli spogliatoi Esposito, claudicante e lancia nella mischia Serao. I padroni di casa provano ad alzare il baricentro ma è il Savona a trovare la via della rete con Virdis: l’arbitro, però, annulla la prodezza del capocannoniere della scorsa stagione e il risultato resta fermo sullo 0-0. La partita, nonostante il caldo, resta viva e prima Galluppo deve salvare su Sprocati al 31’; poi, al 41’ è Koprivec a trovare l’intervento giusto su “Veleno” Cattaneo. Niente da fare per gli avanti delle due squadre e la partita va ai supplementari. Bastano pochi minuti ed arriva il gol della svolta: Gentile trova il pallonetto, che manda in visibilio i tifosi biancoblù. Lucarelli si gioca il tutto per tutto e manda in campo Aveni al posto di Sini ma il Perugia si rende pericoloso solo nel secondo tempo supplementare quando Scognamiglio, sbilanciato, calcia alto da pochi passi dopo un tiro di Comotto, respinto. Il Savona, scampato il pericolo, si copre con Ninni Corda che manda in campo Giuliatto al posto di Virdis e congela il risultato. Da segnalare nel finale la doppia espulsione di mister Lucarelli e, sul finire, di Scognamiglio. Il Savona vince per 1-0 e il sogno può continuare: domenica tocca al Cittadella aspettando un possibile Ferragosto contro la parte nerazzurra di Milano.

Perugia (4-3-3): Koprivec; Conti, Comotto, Scognamiglio, Sini (93' Aveni); Vitofrancesco, Mungo (24′st Bijimine), Nicco; Sprocati, Eusepi, Napolano (59' Fabinho).
A disp.: Stillo, Zanchi, Massoni, Bationò, Bijimine.  All. Cristiano Lucarelli

Savona (4-4-2): Aresti; Carta, Galuppo, Marconi, Quintavalla; Marras, Puccio (58' Rais), Gentile, Cattaneo, Esposito (46' Sarao), Virdis (110' Giuliatto).
A disp.: Boerchio, Spirito, La Rosa, Baglione. All. Ninni Corda

Reti: 97' pts Gentile.
Ammoniti: Nicco (P), Comotto (P), Gentile (S), Vitofrancesco (P), Bijimine (P)
Espulsi: Lucarelli (P) al 11'4, Scognamiglio al 117' (P).

Arbitro: Illuzzi di Molfetta
Assistenti: Muto di Torre Annunziata e Di Guglielmo di Ariano Irpino
Spettatori: paganti 2.953 per un incasso partita di euro 27.811.