Top & Flop di Rimini-Vicenza

16.11.2022 21:10 di Lorenzo Carini Twitter:    vedi letture
Top & Flop di Rimini-Vicenza
© foto di Lorenzo Carini

Al termine di una partita infinita, è il Vicenza a fare festa e ad approdare ai quarti di finale della Coppa Italia di Serie C: la squadra veneta, che conoscerà la prossima avversaria nei prossimi giorni, ha superato il Rimini ai calci di rigore. La formazione guidata da Francesco Modesto si è ritrovata ad un passo dall'eliminazione, ma all'eurogol dei padroni di casa realizzato da Laverone all'84' ha risposto all'ultimo secondo utile con una gran botta da fuori area da parte di Ierardi al 95': nei due tempi supplementari si è notata una certa stanchezza da entrambe le parti, mentre nella lotteria dagli undici metri l'hanno spuntata gli ospiti grazie agli errori da parte di Tonelli e Tanasa, con il primo che si è fatto neutralizzare la conclusione da Grandi e il secondo che ha invece spedito la sfera sul palo alla destra dell'estremo difensore avversario.

Nel primo tempo regolamentare, al 33', il Vicenza ha sciupato una grande palla gol con Rolfini che ha fallito il penalty concesso dall'arbitro per un contatto in area tra Piscitella e Oviszach. Nella ripresa, sono stati gli uomini di Marco Gaburro a sbagliare dal dischetto: dopo un'uscita folle di Grandi, Sandon ha intercettato col braccio la conclusione a botta sicura da parte di Tonelli, venendo punito con il cartellino rosso; dagli undici metri si è presentato Sereni, che ha mandato la sfera direttamente sul fondo e due minuti più tardi, al 69', è stato spedito prima del previsto sotto la doccia dopo una gomitata rifilata a Bellich nei pressi del cerchio di centrocampo. La partita, tutto sommato piuttosto equilibrata per 120', non si è conclusa con venti giocatori sul terreno di gioco a causa di una ulteriore espulsione, quella di Panelli negli istanti finali del secondo tempo supplementare. Giunti ai rigori, hanno rasentato la perfezione i tiratori veneti Ronaldo, Stoppa, Jimenez e Ierardi, mentre ai romagnoli non sono bastate le realizzazioni di Delcarro e Rossetti.

TOP
Cesare Galeotti (Rimini)
: l'estremo difensore biancorosso salva la propria squadra respingendo il penalty battuto da Rolfini sul risultato di 0-0, ma non può far nulla per opporsi alla conclusione in extremis da parte di Ierardi. Per il resto, si fa sempre trovare pronto quando viene chiamato in causa, anche se durante i rigori finali non riesce a lasciare il segno. BRAVO

Jean Freddi Greco/Matteo Grandi (Vicenza): al primo va dato il merito di aver giocato una partita di altissimo livello, nonostante alcuni piccoli passaggi a vuoto nel secondo tempo regolamentare, con una quantità industriale di palloni recuperati e tante ottime giocate. Il portiere, protagonista del pasticcio che ha portato all'espulsione di Sandon e al rigore sbagliato da Sereni ma successivamente esente da colpe sull'eurogol di Laverone per il momentaneo 1-0 del Rimini, ha fatto la voce grossa nel momento decisivo, intercettando il rigore di Tonelli. BENE COSI'

FLOP
Marcello Sereni (Rimini)
: lanciato nella mischia da Gaburro ad inizio ripresa al posto di Piscitella (autore di una buonissima prestazione nei primi 45') con l'obiettivo di provare a dare maggior freschezza e vivacità al reparto offensivo, prima fallisce il rigore del possibile 1-0 senza nemmeno inquadrare lo specchio della porta e poi si fa espellere per una scorrettezza su Bellich. Serata nera. MALE

Alex Rolfini (Vicenza): Modesto gli concede una maglia da titolare, ma il numero 11 biancorosso non ripaga la scelta del tecnico. Poco in evidenza nei 67 minuti in cui resta sul terreno di gioco, al 25' svirgola clamorosamente una conclusione da distanza ravvicinata e al 33' batte con troppa sufficienza il calcio di rigore, facilitando il compito di Galeotti. Sognava una partita ben diversa. TROPPI ERRORI