Top & Flop di Sambenedettese-Fano

10.10.2018 21:55 di Stefano Scarpetti  articolo letto 1378 volte
Russotto, TOP Sambenedettese
© foto di Giuseppe Scialla
Russotto, TOP Sambenedettese

Si è conclusa la gara fra Sambenedettese e Fano, valida per il primo turno eliminatorio di Coppa Italia serie C con il successo dei rossoblù per 5-2 dopo i calci di rigore. Nei sedicesimi di finale la truppa di Roselli affronterà il Teramo in quella che è sempre una partita particolare vista la rivalità esistente fra le due squadre. Il Fano esce decisamente a testa alta, facendo un bel passo in avanti rispetto alla prestazione offerta domenica scorsa a Gubbio, la squadra è piaciuta per l'organizzazione di gioco e l'ordine mostrate nell'arco dei 120' minuti. In cronaca si parte inizialmente a buoni ritmi, e al 10' Islamaj chiama in causa Voltolini con un destro da fuori area. E' la classica "rondine che non fa primavera" perchè da quel momento i granata prendono il comando delle operazioni facendo girare a vuoto sistematicamente gli avversari. Il vantaggio arriva puntuale al 25' con Filippini, abile a scattare sul filo del fuorigioco e battere un Pegorin apparso tutt'altro che irreprensibile. Per tutta la prima frazione gli ospiti hanno in mano la gara ma hanno il difetto di non affondare il colpo. Nella ripresa poi cambia il canovaccio del confronto, Roselli cambia gli esterni e la sua squadra appare più viva, sull'altra sponda il Fano appare meno sciolto nel possesso palla. A metà della seconda frazione Voltolini si oppone alla deviazione di Rapisarda su assist di Bove, mentre all'88' Ilari mette alto di testa raccogliendo la sponda di Russotto. La truppa di Epifani sembra controllare le sfuriate avversarie ma proprio all'ultima azione Russotto si inventa letteralmente il gol del pareggio con un destro telecomandato che finisce la propria corsa al sette. Nei supplementari le due squadre appaiono stravolte dalla stanchezza, si va ai calci di rigore dove prevale la maggior lucidità e freddezza della truppa di Roselli.

Ecco i migliori e i peggiori del confronto.

TOP

Russotto (Sambnedettese): si sbatte di continuo anche nel primo tempo dove non gira quasi niente nel gioco dei padroni di casa. Nel secondo tempo regolamentare si prende la squadra sulle spalle ed entra in tutte le azioni pericolose. Nel finale poi arriva la ciliegina sulla torta costruendosi un gol di ottima fattura e trasforma il rigore decisivo. MAN OF THE MATCH

Diallo (Fano): la squadra di Epifani ha molti elementi interessanti, su tutti i due esterni che fanno la fascia a ripetizione facendo al meglio le due fasi di gioco. Decidiamo di premiare il classe '98 della Guinea per la continuità palesata per tutta la durata del confronto. INESAURIBILE

FLOP

Il primo tempo della Sambenedettese: squadra nel primo tempo completamente in balia all'avversario, a tratti confusionaria e incapace di fare le cose più semplici. Sia in fase di possesso di palla i rossoblù sembrano muoversi male e quando la palla ce l'aveva il Fano portava il pressing in maniera disorganizzata. TROPPO BRUTTI PER ESSERE VERI

Il secondo tempo regolamentare del Fano: abbassa il proprio baricentro la squadra granata nel secondo tempo regolamentare anche per la spinta degli avversari, non approfittando degli spazi a disposizione attaccando con meno coraggio. Poi a tempo scaduto si fa beffare da una bella giocata di Russotto, dove comunque i ragazzi di Epifani si fanno sorprendere. TROPPO TIMIDI