Alessandria, Agostinone: "I grigi sono sempre stati un mio pallino"

12.07.2018 20:10 di Valeria Debbia Twitter:   articolo letto 669 volte
Giuseppe Agostinone
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
Giuseppe Agostinone

Prima intervista da giocatore dell'Alessandria per il terzino Giuseppe Agostinone dalle colonne di alessandriacalcio.it: "Arrivo ad Alessandria felice e carico di voglia di fare bene: i Grigi sono sempre stato un mio pallino. Sarà il fascino della storia, del nome e della tradizione. E poi la bellezza dello stadio, nuovo e funzionale, per non parlare della solidità della società. Per questo sono diventato Grigio, nonostante avessi parecchie richieste in giro”.

Agostinone è un difensore mancino: “Non sta a me descrivere le mie caratteristiche, però, si, sulla sinistra so fare un po’ di tutto: sono nato come terzino e poi ho fatto sia il quinto, che il terzo, lo scorso anno con mister D’Agostino…”. E proprio il neotecnico grigio lo ha voluto per questa nuova avventura: “Sì, con lui abbiamo fatto bene, lo scorso anno…e poi anche il Direttore Cerri mi conosceva da tempo”.

Tante piazze importanti nella sua carriera e tanti mister altrettanto prestigiosi, da Zeman a De Zerbi: “Ho vissuto sempre esperienze felici e formative, anche grazie a tecnici di livello; con loro ho imparato tanto perché di crescere non si smette mai. E così voglio che sia anche ad Alessandria, dove voglio portare un po’ di quello spirito battagliero che nel girone C fa sempre la differenza. Grinta e umiltà possono portarci lontano”.