Favarin: "Società permettendo, la mia priorità resta la Lucchese"

12.06.2019 11:40 di Claudia Marrone Twitter:    Vedi letture
Favarin: "Società permettendo, la mia priorità resta la Lucchese"

In un'intervista rilasciata a lagazzettadilucca.it, il tecnico della Lucchese Giancarlo Favarin, a mente fredda, ha ripercorso la stagione rossonera, partendo dalla storica salvezza ottenuta sul campo del Bisceglie:

"Sono emozioni indescrivibili. Questa salvezza vale più di un campionato vinto; non era facile, sebbene la squadra disponesse di buoni mezzi tecnici, compiere questa impresa per tutte quelle note difficoltà con cui abbiamo dovuto fare i conti. I miei ragazzi sono stati bravissimi. L’unione che si è creata tra tifosi, giocatori e stampa è stata fondamentale per il raggiungimento del nostro traguardo. Sul campo abbiamo fatto quasi 50 punti che ci avrebbero permessi, senza maxi penalizzazione, di prendere parte ai playoff. Abbiamo dato il cuore e ogni singola goccia di energia, sabato scorso ne è stata una dimostrazione, per la maglia rossonera. La stagione si è chiusa come si era aperta, ossia con una vittoria a rigori. Di questa annata, rifarei tutto, tranne, ovviamente, che dare la testata (in riferimento all’episodio in Lucchese-Alessandria, ndr). Per come vivo il calcio, devo ammettere che ho sofferto tantissimo, specialmente in queste fasi finali. Non ho ricevuto un benevolo trattamento, subendo delle “marcature” asfissianti che mi impedivano di comunicare con la panchina".

Parlando poi del futuro: "La mia priorità, sperando in una favorevole soluzione della vicenda societaria, va a Lucca, piazza a cui sono particolarmente legato e nella quale mi sento a casa, e ai colori rossoneri. Vorrei continuare il mio lavoro con questo gruppo di giocatori che può dare ancora tante soddisfazioni a questi favolosi tifosi".