L'ex Devoti: "La Carrarese senza il Dei Marmi è come un uccello senza ali"

12.06.2019 10:40 di Claudia Marrone Twitter:    Vedi letture
L'ex Devoti: "La Carrarese senza il Dei Marmi è come un uccello senza ali"

Tiene ancora banco, in casa Carrarese, la questione legata allo stadio "Dei Marmi". Di questo, attraverso le colonne de Il Tirreno, ne ha parlato chi, la questione azzurra, la conosce bene, l'ex DG Walter Devoti:

"La Carrarese senza lo stadio dei Marmi è come un uccello senza ali. Probabilmente qualcuno non ha capito che la Carrarese è una fede. È un fattore sociale e quando sento dire che ci sono altri problemi, m’inc...zo. Ci sono altre priorità, ma anche la Carrarese lo è, perché permette a tanti sportivi di dimenticare i loro problemi quotidiani per un po’. Sono molto dispiaciuto, perché per i playoff avrei voluto vedere lo stadio pieno. Sarebbe stata una festa per tutta Carrara, una città che ultimamente non offre molto e invece abbiamo perso una grande occasione. Nessuno ha la bacchetta magica ma non condivido neanche questa storia del bando. Il nostro non è lo stadio di Torino. Anche se lo apriamo tutti i giorni, non ci saranno tali entrate da coprire le spese. La cosa più logica sarebbe far gestire alla Carrarese la parte ordinaria, mentre la parte straordinaria è sempre di chi è proprietario. Queste però sono cose che non mi competono. Ci sono persone più capaci di me che sapranno trovare una soluzione. Io ho molta fiducia in questa società. I risultati si ottengono se c’è una grande società, una grande squadra, un grande staff e grandi tifosi. Noi abbiamo grandissimi tifosi da ammirare, per loro la Carrarese è una vera fede e si meritano il meglio, perché finalmente dopo tanti anni si è creato il giusto entusiasmo. Onore a chi ha creato tutto questo. Senza voler fare polemiche, sono convinto che questa Carrarese sarebbe potuta arrivare prima, se avesse avuto a disposizione lo stadio dall’inizio. Solo chi fa calcio capisce certe cose".