Piacenza, Pesenti: "Gol fortunoso, gara di sofferenza e lotta"

 di Valeria Debbia Twitter:   articolo letto 373 volte
Massimiliano Pesenti
Massimiliano Pesenti

Un gol dopo 112 secondi per Massimiliano Pesenti ieri a Monza e poi una gran partita di squadra per il suo Piacenza che si è qualificato al primo turno playoff nazionale. Con gli attaccanti biancorossi che hanno saputo tenere tanti palloni là davanti: "E' stato un gol fortunoso, ma gli attaccanti devono sempre crederci - ha evidenziato il giocatore in sala stampa. - Io mi sono avventato su quella palla e l'ho buttata dentro. E' stata poi una partita di sofferenza e di lotta. A me piace questo tipo di gioco e cerco di dare sempre il massimo per la squadra. Siamo riusciti a portare a casa una vittoria importantissima".

In generale il Piacenza ha offerto una grande prestazione: "Abbiamo dato prova di carattere, di gruppo e di unità di intenti. Penso sia di buon auspicio per le prossime partite. Dobbiamo rimanere così perché altrimenti faremo molta fatica". Anche se per il tipo di centravanti che Pesenti è confessa che non si è molto divertito per come si è sviluppata la partita e per il sacrificio che gli è stato richiesto: "Sinceramente non mi sono divertito (ride, ndr). L'attaccante vive di azioni da gol e coinvolgimento, però se arrivano le vittorie e un mio gol così ben venga non è che mi fa schifo. Il mister conta su di me, la squadra pure e su questo tipo di gioco".