Pistoiese, ora l'inversione di rotta: sul mercato per migliorarsi

07.01.2019 06:00 di Claudia Marrone Twitter:   articolo letto 900 volte
© foto di TuttoLegaPro.com
Pistoiese, ora l'inversione di rotta: sul mercato per migliorarsi

Il 2018 della Pistoiese si è chiuso con la preziosa e importante vittoria sulla Pro Patria, ma la classifica degli orange, da quei tre punti ha tratto pochi benefici, considerando che si parla sempre di 15esimo posto con sole 17 lunghezze, +5 dall'ultimo posto. La media, su 18 giornate giocate (la truppa di Asta deve ancora recuperare i match contro Virtus Entella e Robur Siena), non è neppure di un punto a partita, ed è evidente che neppure con il cambio in panchina si è avuta la svolta tanto auspicata. 
Probabilmente qualche responsabilità la ha squadra, non solo l'ex allenatore Indiani che ha pagato per tutti, e con loro anche lo staff dirigenziale che ha allestito l'organico. Sicuramente da aggiustare.

Quale miglior occasione del mercato che ha preso il via il 3 gennaio? Come dichiarato ai nostri microfoni dal presidente Orazio Ferrari, "farò quello che mi verrà chiesto e sarà necessario per migliorarci. Non mi sembra che questa squadra debba essere ribaltata come un calzino" (correva il 17 dicembre): ribaltata no, ma aggiustata appunto si. 
Al netto dei perduranti infortuni di Viviano Minardi ed Emanuele Rovini, sono necessari un centrocampista e un attaccante che vadano a rimpiazzare queste due pedine, ma dovranno anche essere compensate eventuali altre uscite di giocatori - uno su tutti Leandro Vitiello - richiesti anche da altre compagini: il riferimento è ovviamente a coloro che hanno trovato finora ampio minutaggio. 

I nomi che circolano sono ovviamente tanti, e probabilmente qualcosa si muoverà anche a breve. Alla ripresa del campionato mancano ancora due settimana, permettere a mister Asta di allenare quanto prima una formazione già consolidata con gli innesti non sarebbe controproduttivo. Anzi...