Top & Flop di AlbinoLeffe-FeralpiSalò

15.05.2018 23:15 di Alessio Lamanna  articolo letto 1800 volte
Alessandro Livieri - TOP
Alessandro Livieri - TOP

Risultato storico per la FeralpiSalò, che accede agli ottavi di finale dei playoff per la Serie B grazie a una partita accorta. Serviva una vittoria e la vittoria è arrivata col gran gol di Staiti e un'invidiabile diligenza tattica. Dove non è arrivata la difesa è arrivato Livieri, miracoloso in un paio di occasioni. L'1-0 finale elimina l'AlbinoLeffe, troppo contratta nel primo tempo e impantanata nelle maglie difensive verdeblu nella ripresa: e dire che sarebbe bastato un pari. 

Primo tempo spezzettato ed equilibrato. A livello territoriale c'è alternanza, ma le poche occasioni sono per la Feralpi. Prima un colpo di testa di Vitofrancesco, poi (al 32') un gran tiro di Staiti che si insacca all'angolino alla sinistra di Coser. Cinque minuti dopo Guerra colpisce il palo di sinistro: urlo strozzato in gola. 
A inizio ripresa Alvini lancia Gonzi, ma al 50' Raffaello per poco non raddoppia: tiro fuori di poco. Fino all'80' tanti cambi e poche occasioni. Nel finale i seriani aumentano i giri del motore: occasioni con Kouko, Gelli (rovesciata su cui Livieri fa il miracolo), Sbaffo e Ravasio. Ma la difesa regge e la Feralpi va agli ottavi. Nel finale espulso Sbaffo per proteste. 

Ecco top e flop del match: 


TOP

Fabio Gavazzi (AlbinoLeffe): prova attenta del capitano seriano, che dirige bene la difesa quando la Feralpi attacca. E' quello che ha sbagliato meno, visto che da centrocampo in su si è visto poco. DILIGENTE

Lorenzo Staiti / Alessandro Livieri (FeralpiSalò): ai limiti della perfezione le prestazioni del centrocampista e del giovane portiere. Gol meraviglioso e tanta quantità per Staiti, un miracolo e tante parate e uscite complesse per Livieri. INECCEPIBILI


FLOP 

Carmine Giorgione (AlbinoLeffe): simbolo di un centrocampo che ha tante idee ma arriva sempre un passo troppo tardi rispetto alla difesa ospite. Gioca tanti palloni ma non incide. INCONCLUDENTE

Simone Guerra (FeralpiSalò): inizio molto sottotono, poi cresce ma è sfortunato in occasione del palo. Prova sufficiente e generosa, ma meno devastante del solito. SERATA NORMALE