Top & Flop di Monza-Piacenza

15.05.2018 22:05 di Valeria Debbia Twitter:   articolo letto 1983 volte
M.Pesenti, TOP Piacenza
© foto di Francesco Inzitari/ILoveGiana
M.Pesenti, TOP Piacenza

Finisce al secondo turno playoff l'avventura del Monza: nonostante il quarto posto in classifica, che dava il vantaggio di subentrare solo al secondo turno e giocare in casa per due risultati su tre, al 'Brianteo' a festeggiare è il Piacenza cui basta la rete di Pesenti al 3', nonostante abbia chiuso in doppia inferiorità numerica per l'espulsione per doppia ammonizione di Taugourdeau a 8' dal termine e di Della Latta (rosso diretto per fallo su Cogliati) 6' più tardi. I brianzoli sono cresciuti nel corso della prima frazione, ma non abbastanza per impensierire fattivamente Fumagalli. Interventi di ordinaria amministrazione per il portiere ospite. Nella ripresa gli ospiti sono andati vicini al raddoppio con Romero, mentre i padroni di casa hanno sfiorato il pari con D'Errico, Mendicino e Cori. La rete arriva anche, ma viene annullata a Giudici per fallo di mano. Negli ultimi minuti è un vero e proprio assedio da parte dei brianzoli che collezionano corner e in extremis sbagliano tutto con Padula. Ecco quindi i top e flop dell'incontro:

TOP:

Andrea D'Errico (Monza): non è una gran giornata per il Monza e lo si capisce subito in avvio. L'unica luce che brilla è quella del fantasista: traversoni, inviti ai compagni, tentativi individuali, tanto che i giocatori del Piacenza a più riprese hanno dovuto usare le maniere forti per fermarlo. Falli a ripetizione su di lui: il primo giallo di Taugourdeau è giunto proprio per un intervento sull'esterno dei brianzoli, anche Romero finisce sul taccuino dei cattivi a causa sua. Ma è comunque un D'Errico sotto tono rispetto a ciò che ha abituato nel corso della regular season PROMOZIONE A META'

Massimiliano Pesenti (Piacenza): pronti-via, errore difensivo e lui da vero rapinatore d'area si insinua da due passi appoggiando in rete. Partita di grosso sacrificio per lui (che infatti ammette di non essersi divertito in campo, al netto della rete realizzata), ma obiettivo raggiunto e giustamente l'attaccante deve essere premiato LA QUALIFICAZIONE PASSA DAI SUOI PIEDI

FLOP:

Stefano Negro/Luca Giudici/Andrea Padula (Monza): oggi il Monza non ha girato, lo abbiamo detto, in tutto questo però alcune pedine hanno dimostrato di essere meno in palla di altri. Uno scivolone del difensore spalanca la porta a Romero, che per sua fortuna sbaglia incredibilmente. L'esterno d'attacco ha sulla coscienza l'errore al 3' che ha spalancato la porta alla qualificazione degli emiliani. Infine lo svizzero sbaglia, tirando alto, un gol in extremis, che avrebbe potuto regalare la festa ai brianzoli NON E' SERATA

Il nervosismo e le espulsioni di Taugourdeau e Della Latta (Piacenza): serata di festa macchiata dalle due espulsioni. Doppio giallo per Taugourdeau (la seconda giunta qualche secondo dopo che Franzini aveva scelto di sostituirlo ma un problema con un calzettone ha ritardato il cambio e ha portato all'espulsione) e rosso diretto per Della Latta per fallo su Cogliati (con il giocatore bacchettato in sala stampa dallo stesso Franzini a sottolineare come Della Latta abbia già un'età in cui non si possono perdonare certi errori). Il chiudere in nove fa rischiare grosso agli emiliani che vengono messi sotto assedio dai padroni di casa, ma fortuna loro il fortino regge. Da segnalare anche gli animi surriscaldati in alcuni frangenti del match che hanno dato una brutta immagine dei piacentini PECCA