Cesena, Modesto: "Solo noi possiamo invertire il pensiero della gente"

22.10.2019 18:20 di Giacomo Principato   Vedi letture
© foto di Francesco Di Leonforte/TuttoCesena.it
Cesena, Modesto: "Solo noi possiamo invertire il pensiero della gente"

Francesco Modesto non fa drammi il circa il momento non ottimale del suo Cesena e, nella conferenza di presentazione alla gara col Sudtirol, pensa già ai prossimi impegni dei bianconeri: "Bisogna guardare avanti non c’è tempo per pensare a quello che è stato. Ripeto però quanto detto domenica: non era facile giocare a Rimini dopo due sconfitte e il mio timore era che subissimo inizialmente l’avversario invece siamo stati noi a fare sempre a partita, anche prima di andare in superiorità numerica. I problemi li abbiamo avuti quando loro, dopo essere rimasti in dieci, si sono abbassati. In quel momento avremmo dovuto essere più concreti e in questo dobbiamo migliorare, ma alla squadra non si può dire nulla sotto il profilo dell’impegno che mette in allenamento e nella gara. Ad agosto forse abbiamo creato qualche aspettativa di troppo ma insieme alla società ho sempre detto che l’obiettivo era la crescita dei giovani. Questo non vuol dire che per il sottoscritto sia indifferente vincere o no: io voglio sempre vincere e così i calciatori. E infatti la squadra, tutto sommato, ha sempre fatto la gara ma purtroppo sono i risultati a determinare i giudizi. Io invece analizzo le partite e vedo una squadra che è sempre stata presente. Certo, dobbiamo migliorare nella ricerca dell’episodio favorevole ed essere più cattivi. E’ quello che abbiamo fatto, ad esempio, contro la Virtus Verona: anche lì eravamo reduci da due sconfitte e abbiamo fatto una grande gara contro un avversario che sembrava abbordabile e ora è una delle squadre più in forma. Io mi sento sempre in discussione: fare questo mestiere non significa stare due ore sul campo ma pensare al calcio tredici o quattrodici ore al giorno, e con le critiche ci devo convivere. Il mio unico pensiero è riportare la fiducia attorno alla squadra e solo noi possiamo invertire il pensiero della gente".