DG V. Pesaro: "Fondamentale proseguire insieme alla Sampdoria"

20.06.2019 18:50 di Dario Lo Cascio Twitter:    Vedi letture
© foto di Image Sport
DG V. Pesaro: "Fondamentale proseguire insieme alla Sampdoria"

Vlado Borozan, direttore generale della Vis Pesaro, intervenuto in conferenza stampa, ha dichiarato: "E' stato fatto un lavoro importante. Chiaro che non potevamo comunicare le difficoltà che ci sono state. Va detto un enorme grazie a Ferrero e a tutti i dirigenti della Sampdoria che hanno permesso che questo progetto continui. Queste problematiche ora ce le siamo messe alle spalle e guardiamo al futuro. Un futuro senza grandi scelte, stiamo vivendo un brutto momento per il calcio italiano, le società di Lega Pro sono di fronte ad un bivio. O trovare una proprietà che mette capitali a proprio rischio, oppure avere un progetto serio legato al settore giovanile e a creare le infrastrutture per poter operare nel mondo del calcio. Di modo che si possa creare un patrimonio attraverso la formazione di giovani calciatori che un domani porteranno risorse alla società. Noi abbiamo fatto scuola in Italia con questo progetto, l'unica strada a disposizione è portare avanti questa collaborazione. Vogliamo creare un patrimonio di giovani in casa nostra, questo è il futuro della Vis Pesaro. Il resto è fumo negli occhi, tornare tra i Dilettanti è un attimo. La Lega Pro è una B2. Quest'anno andremo ad affrontare Venezia, Carpi, Vicenza, Monza, Cesena. Sembra un campionato di Serie B. Con la Samp dobbiamo creare qualcosa che permetta in un futuro alla Vis di alimentarsi da sola. Altrimenti l'alternativa è che il presidente Ferri metta i suoi capitali che potrebbe godersi diversamente. O si hanno argomenti seri per proseguire l'attività o prima o poi si muore. Siamo riusciti a difendere la categoria con grande impegno e siamo pronti a farlo anche nel prossimo campionato, nel quale il compito sarà ancora più arduo. Ma siamo felici di parlarne, perché c'era il forte rischio che il progetto Vis in Lega Pro sarebbe potuto finire. Voglio ci sia consapevolezza dell'impegno che c'è stato per far sì che tutto questo accadesse. Senza il presidente e gli altri dirigenti il mio lavoro non sarebbe stato possibile. Ringrazio anche il direttore sportivo Crespini. Non facciamo scoop, parliamo solo del progetto del settore giovanile, che verrà aggregato al progetto Next Generation della Sampdoria, che ha l'obiettivo di essere un'academy internazionale. Sia nel calcio maschile che in quello femminile. Gli investimenti vanno fatti prima dei risultati, i risultati sono una conseguenza e non viceversa. Non dobbiamo illuderci che arriveranno altri aiuti, se non dai giovani dai quali attingere un domani. In questo settore ci saranno grandi cambiamenti, ci saranno una serie di figure professionali utili all'academy. La prima squadra avrà un progetto diverso e come obbligo la difesa della categoria, e non sarà molto diversa da quella dell'anno scorso. Sarà una squadra mentalmente forte, che regge l'impatto con le grandi realtà che andremo ad affrontare. Abbasseremo l'età media, mettendo patrimonio anche nella prima squadra, e vogliamo giocatori di carattere che credono nella Vis. Non dobbiamo forzare il percorso, si devono creare i presupposti giusti, stiamo lavorando per rafforzare questa società e la Sampdoria si sta aiutando. Se poi domani ci verrà indicato un imprenditore che potrà aiutarci nella nostra avventura valuteremo. Ma non anticipiamo i tempi. Nei prossimi mesi lavoreremo per rafforzare la partnership ma non possiamo anticipare come questo avverrà, manteniamo un basso profilo".