DS Albinoleffe: "Anche quest'anno cercheremo di fare nostro meglio"

14.09.2018 17:50 di Dario Lo Cascio Twitter:   articolo letto 241 volte
© foto di Federico De Luca
DS Albinoleffe: "Anche quest'anno cercheremo di fare nostro meglio"

Simone Giacchetta, direttore sportivo dell'Albinoleffe, come riportato dal sito ufficiale dei seriani, in occasione delle presentazioni di Romizi, Athanasiou e Stefanelli, ha dichiarato: “Questo è il terzo anno che iniziamo insieme questa avventura, ogni anno si cerca di alzare l’asticella cercando di fissare gli obiettivi stagionali. Anche quest’anno cercheremo di fare del nostro meglio, basandoci su una solida intelaiatura del gruppo con conferme importanti, giovani nuovi e la stessa guida tecnica. Il primo acquisto, in senso temporale, è stato Luca Ruffini, che si è meritato, dopo un anno in serie D al Rezzato, la chiamata in Lega Pro con noi. Secondo in ordine di arrivo è stato Vasileios Athanasiou, giovane portiere classe ’99 proveniente dalla Serie B greca. Data la giovane età, è un prospetto per noi. Ha tutti i mezzi fisici e psicologici per raggiungere grandi traguardi. Successivamente è arrivato Nicola Stefanelli, nonostante abbia solo 21 anni ha già alle spalle 3 anni di professionismo, in particolare, l’ultima stagione al Mestre. Infine, è arrivato sul filo di lana, Marco Romizi, classe’90, ma con diverse stagioni di Serie B al Bari. Si è venuta a creare l’opportunità di ingaggiarlo, crediamo fortemente in lui, ha come obiettivo quello di dimostrare il suo valore, come del resto ha già fatto in passato. Purtroppo, manca all’appello Federico Pacciardi, giovane difensore ex Viterbese, che ha avuto una ricaduta piuttosto seria al ginocchio durante un’amichevole, entità che sarà da valutare nelle prossime settimane. Concludo, scusandomi per essermi dilungato troppo, soffermandomi sull’immagine che ho notato arrivando qui, quella di una formica che solleva un tronco, simbolo del "se vuoi puoi": noi siamo quella formica, una realtà piccola, solida, che garantisce lavoro a tante famiglie. Nelle grandi difficoltà del calcio, l’AlbinoLeffe è un’isola felice”.