Fano, Fontana: "Sono sereno, metteremo alla spalle questo momento"

08.11.2019 20:20 di Antonino Sergi   Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Fano, Fontana: "Sono sereno, metteremo alla spalle questo momento"

Sfida da dentro o fuori quella che attende il Fano contro il Modena, una partita che vale doppio viste le quattro sconfitte consecutive. Ha presentato questa sfida il tecnico del Fano Gaetano Fontana. "Avevo anticipato ai ragazzi che avremmo vissuto un momento delicato però, in una stagione come questa che stiamo affrontando, considerato l’avvio, è normale e comprensibile che certi momenti si possano vivere. Questo perchè abbiamo bruciato le tappe su alcune situazioni e la mente di una squadra giovane non è forte, capace di stabilizzarsi verso uno standard. Ci sono dei momenti in cui si pensa, come accaduto in questo step, che quell’accelerazione che abbiamo dato fosse sufficiente per fare altri tipi di discorsi. Appena si molla la presa, l’attenzione e la concentrazione, a livello inconscio, può subentrare una fase come quella che stiamo vivendo dove fai fatica a ritrovarti, a trovare le certezze di prima. E’ necessario toccare il fondo, fermarsi e capire laddove si è sbagliato. Quando i risultati non vanno effettivamente si tende a mettere in discussione qualsiasi cosa; in realtà basta fermarsi un attimo a ragionare, evidenziare quali sono state le probabili problematiche che hanno portato a questo periodo non soddisfacente dove abbiamo alternato prestazioni non belle a stupende raccogliendo poco. A volte non è necessario stare ore ed ore in campo per cercare di capire quali sono le problematiche o da dove arrivino, basta parlare e, fortunatamente, i miei ragazzi sono giovani che hanno voglia di apprendere alcune fasi della loro vita e lavorarci su. Sono sereno perchè ho in mano una squadra recettiva da questo punto di vista e sono arciconvinto che metteremo alle spalle questo momento perchè fa parte della crescita di tutti noi e soprattutto dei ragazzi, tra i quali tanti non hanno mai vissuto un’esperienza diretta e diversi di loro sono alla loro prima esperienza tra i pro, per cui può capitare”.