L.R. Vicenza Virtus, Colella: "Avrei messo la firma per il pareggio"

25.03.2019 15:50 di Marco Pieracci   Vedi letture
Giovanni Colella
© foto di Federico Gaetano
Giovanni Colella

Il Vicenza si fa rimontare due gol dal Sudtirol ma il tecnico biancorosso Giovanni Colella è comunque soddisfatto del risultato: "Per come siamo messi, prima dell’inizio della gara, avrei messo la firma per il pareggio. La gestione non è stata perfetta però il punto va benissimo. Dobbiamo spogliarci  delle vesti di super squadra perché il Sudtirol ha 9 punti in più di noi in classifica. Poi sul resto possiamo discuterne e quando giochi contro le squadre forti ci sta anche che i giocatori forti possano fare la differenza ed è stato così anche per noi, sul gol salvato nel primo tempo. Purtroppo questo è il nostro momento e dobbiamo uscirne con umiltà. Poi però possiamo parlare a lungo della gestione della gara. Non voglio guardare ai 2 gol subiti, anche loro hanno commesso degli errori, non dobbiamo guardare sempre al negativo, altrimenti non ci tireremo mai fuori. Altrimenti tanto vale chiudere tutto e andare direttamente in ferie, siccome noi venderemo cara la pelle fino a fine anno, devo sottolineare che comunque venire qui e fare un punto è un buon risultato. Di quello che è successo sul 2-0 mi prendo le mie responsabilità, ma dobbiamo essere positivi. Tengo in piedi questa barca e sono convinto di portarla in porto. Il mio compito è rimettere in piedi la squadra e chi non ha molto giocato nella prima parte di stagione e per questo non può dare per tutta la partita il meglio: penso a Salviato e Cinelli. Il Sudtirol in quest’ottica ha un gruppo più pronto. Forse avrei potuto fare un cambio prima ma devo gestire anche questi aspetti. Se tutti cerchiamo di guardare la partita in modo positivo, questa partita può essere un viatico perché da noni in classifica abbiamo pareggiato con la quinta. Se la guardiamo in negativo, sennò si arriva a pensare come se la stagione fosse già finita. Noi andremo a Monza a guerreggiare. La positività in questo momento conta: al costo di prendere ogni giocatore ad uno ad uno per i capelli, voglio arrivare fino a fine anno per giocarmela con tutti”.