Modena-V.Verona, obiettivo pensare in grande: le probabili formazioni

17.11.2019 14:00 di Marco Grugni   Vedi letture
© foto di Federico De Luca
Modena-V.Verona, obiettivo pensare in grande: le probabili formazioni

Secondo incrocio stagionale quest’oggi all’ ”Alberto Braglia” per Modena e Virtus Verona, che si ritrovano impegnate nella quindicesima giornata del campionato di Serie C girone B tre mesi dopo la sfida di Coppa Italia di categoria. Allora, era il 10 agosto, al Gavagnin-Nocini di Verona l’incontro terminò col risultato finale di 2-2, con i canarini capaci di rimontare il doppio svantaggio firmato Odogwu e Magrassi nel quarto d’ora finale grazie a De Grazia e all’autogol di Casarotto. È la sfida tra due allenatori, Zironelli e Fresco, che si stimano e si rispettano, ma difficilmente oggi ci saranno i sorrisi e i volti distesi visti in estate.

La zona playoff dista solamente due punti, un risultato lusinghiero per una neopromossa, ma non se ti chiami Modena perciò sarà un’altra domenica sotto esame per Zironelli chiamato a dare continuità a  una stagione che ha visto alternarsi alti a qualche basso di troppo. Nel successo in extremis di domenica contro il Fano la nota positiva sono stati i 3 punti, dalla sfida odierna ci si aspetta qualche miglioramento anche sotto l’aspetto del gioco.

Terza trasferta consecutiva per la Virtus Verona, reduce dall’eliminazione in Coppa Italia per mano della Triestina; nonostante questa delusione i rossoblù stanno vivendo un momento magico, il settimo posto è raggiunto grazie alle ventitré marcature messe a segno finora, miglior attacco del girone. Segnali incoraggianti anche dal reparto difensivo: dopo che il tecnico Fresco aveva espresso le proprie preoccupazioni per i troppi gol subiti, nelle ultime due gare contro Fermana e Piacenza sono arrivati altrettanti clean sheet.

QUI MODENA – “Rispetto alla gara di Coppa Italia qualcosina siamo migliorati, abbiamo cercato di velocizzare di più la manovra, essere meno compassati e più verticali, abbiamo anche ampi margini di miglioramento” così il tecnico Zironelli ieri in conferenza stampa, che nel suo 3-4-2-1 può contare sul rientro di Pezzella a centrocampo dopo il turno di squalifica. Sulle fasce probabili partenti dal primo minuto Bearzotti e Varutti, in avanti Rossetti favorito su Spagnoli nonostante qualche problema fisico patito in settimana.

QUI VIRTUS VERONA – Giacomel, Sibi, Casarotto, Pellacani, Manfrin, Merci, Rossi, Di Paola e Marcandella: non è la formazione titolare, ma l’elenco degli indisponibili. Mister Fresco è quindi costretto a rimescolare le carte nel 4-3-1-2 di partenza e la cosa non può non preoccuparlo: "Partita difficile, affronteremo una squadra dalla classifica bugiarda. Giocano un ottimo calcio. Il problema non è l'avversario di turno ma le tante assenze a cui dovremo far fronte". In porta ancora una conferma per il portiere della Berretti Chiesa, la difesa è il reparto colpito dal maggior numero di assenza. A centrocampo l’esperienza di Cazzola e Sammarco, in avanti fiducia al tandem Odogwu-Magrassi.

Modena (3-4-2-1): Gagno; Ingegneri, Zaro, Perna; Bearzotti, Pezzella, Davì, Varutti; Tulissi, De Grazia; Rossetti. A disp.: Narciso, Pacini, Cargnelutti, Politti Stefanelli, Rabiu, Boscolo Papo, Laurenti, Mattioli, Duca, Ferrario, Sodinha, Spagnoli, Spaviero. All. Zironelli

Virtus Verona (4-3-1-2): Chiesa; Pinton, Curto, Sirignano, Vannucci; Sammarco, Cazzola, Onescu; Danti; Magrassi, Odogwu. A disp.: Malaffo, Danieli, Gasperi, Manarin, Santacroce, Da Silva, Lavagnoli, Lupoli. All. Luigi Fresco.

Arbitro: Ermes Fabrizio Cavaliere di Paola (Vitale-Ricciardi)