Monza-Vicenza, quando la gara di Coppa vale più di quella in campionato

14.03.2019 06:30 di Sebastian Donzella Twitter:    Vedi letture
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
Monza-Vicenza, quando la gara di Coppa vale più di quella in campionato

Mercoledì 27 marzo sarà una data da segnare in rosso nel calendario. Non per tutti, attenzione, ma per chi tifa Monza e Vicenza. I due club biancorossi, infatti, si ritroveranno al "Brianteo" a giocarsi l'accesso alla finale di Coppa Italia Serie C. Un trofeo ambito sia dai brianzoli che dai berici, non tanto per il valore in sè. È vero che una coppa è pur sempre una coppa da esporre in bacheca. Ma in questo caso ti regala la possibilità di saltare un paio di sfide nei playoff. Mica male come premio...

Ed è anche per questo che i biancorossi veneti non hanno affatto gradito il finale di gara di ieri sera. Non solo per il gol dei monzesi che ha permesso agli uomini di Brocchi di espugnare il "Menti" e di avere così un preziosissimo vantaggio per la sfida di ritorno. Ma anche, se non soprattutto, per il fatto che, secondo il presidente vicentino Stefano Rosso e, a seguire, tutti i suoi sottoposti, Marchi quella rete non l'avrebbe mai dovuta segnare, perché la punta avversaria era da espellere in occasione del battibecco con Mantovani, costato il rosso a quest'ultimo.

Dichiarazioni infuocate nel post-partita ("Non è accettabile un arbitraggio del genere. Il Monza non ha bisogno di aiuti. Rovinata una partita", Rosso dixit) di un match che, paradossalmente, vale più in Coppa che in campionato. Se nel Girone B i due team navigano a vista in zona playoff, in mezzo a un nugolo fittissimo di avversarie, in Coppa la strada per la vittoria è lì, basta percorrerla.