Padova, Rossettini: "Troppi segnali da non ignorare: scelta romantica"

12.01.2021 17:40 di Francesco Marra Cutrupi   Vedi letture
Padova, Rossettini: "Troppi segnali da non ignorare: scelta romantica"
TMW/TuttoC.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Nella lunga intervista di presentazione, Luca Rossettini, neo acquisto del Padova ha parlato anche della sua scelta di ritornare a vestire la maglia biancorossa: "Quanto ha inciso Mandorlini nella tua scelta? Gli devo molto perché l’inizio di questo mio percorso è iniziato con lui in Serie A, ci siamo rivisti più volte nei campi, ho sempre avuto un ottimo rapporto, il fatto che ci fosse lui qui dopo 13 anni era un altro di quei segnali che non potevo ignorare, non potevo dire di no ad una possibilità così e così “romantica”. Il Padova attuale? Partite ne ho viste poche, so che la squadra è attrezzata, Andelkovic l’ho trovato in Serie A a Palermo, con Paponi siamo stati a Bologna, altri ragazzi del Lecce mi hanno parlato bene della rosa, ma le mie valutazioni voglio farle dal campo. Ho avuto il covid a novembre, ho saltato 20-25 giorni di preparazione, mi sono sempre allenato, son sempre stato convocato, non mi è stata data l’opportunità di fare nemmeno un minuto, a parte in Coppa Italia, sono riposato, diciamo così. Ora ci sarà da combattere su tutti i campi, è un girone equilibrato, nessuna partita è scontata. Ti sei posto l’obiettivo di quanto giocherai ancora? Finchè ho entusiasmo giocherò, la scelta di venire qui lo dimostra. Non è l’anno in più che mi interessa, penso di aver ancora qualcosa da dare, non sono riuscito a dare al Lecce, ho un bagaglio di esperienza da portare in campo ed in spogliatoio. Ho obiettivi più a breve termine, poi si vedrà. La mia famiglia è in Liguria, siamo li dall’annata al Genoa, l’anno scorso mi hanno seguito a Lecce perché aspettavamo una bambina che è nata in Salento, poi con le problematiche del Covid sono risaliti a maggio”.