Pordenone, Lovisa: "In caso di B giocheremo a Udine? Forse"

09.01.2019 11:20 di Claudia Marrone Twitter:   articolo letto 1032 volte
© foto di Antonio Ros/Pordenone Calcio
Pordenone, Lovisa: "In caso di B giocheremo a Udine? Forse"

La Serie B non è poi così un miraggio, e il Pordenone inizia a guardare al futuro: nella mattina odierna, infatti, è previsto un incontro tra l'amministrazione comunale e patron Mauro Lovisa, che si confronterà con l'altra parte in merito alla questione stadio. Anche perché, in caso di promozione, il "Bottecchia" non potrà essere utilizzato, così come il "Tognon" di Fontanafredda, i cui lavori di restyling programmati basteranno solo per la C. Queste, in merito, le parole del numero uno dei ramarri, riprese da Il Messaggero Veneto:

"Mi piacerebbe come soluzione, prima conquistiamo la B e poi parleremo con la famiglia Pozzo. Ma io non ho mai smesso di puntare in alto e di sognare. La squadra mi è piaciuta sin dal primo giorno di ritiro. Si vedeva che avevamo qualcosa in più, vedevo il giusto mix tra esperienza e gioventù. Poi mister Tesser ci ha messo del suo, supportato anche da alcune scelte che ha portato avanti mio figlio Matteo, che si è occupato del mercato: in pochi puntavano su Bombagi, invece l’ha riconfermato; non molti avrebbero scommesso su Barison ad alti livelli. Entrambi stanno disputando un ottimo campionato".

Testa già al futuro, e anche agli eventuali spostamenti dei tifosi: "Udine è vicina e, casomai, un aiuto lo potrà dare la società mettendo a disposizione dei mezzi per raggiungere i Rizzi".