Top & Flop di Fano-Teramo

12.02.2019 22:35 di Antonino Sergi  articolo letto 1401 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Top & Flop di Fano-Teramo

Terminata poco la sfida del Mancini, torna alla vittoria il Fano contro il Teramo in un vero e proprio scontro salvezza. Aggancio servito della formazione di Massimo Epifani, la rete di Celli vale tre punti d'oro in ottica salvezza. Si complica il cammino del Teramo di Maurizi che finisce ancora nelle zone basse della classifica. Tornano alla vittoria i padroni di casa dopo quasi un mese, l'ultima risaliva al 19 gennaio con la sorprendente vittoria del Liberati contro la Ternana firmata Alexis Ferrante. Non un grande spettacolo quello andato in scena questa sera al Mancini, tanti duelli in mezzo al campo e tante imprecisioni dei reparti d'attacco. Scardina sbaglia qualche stop semplice mentre Infantino e Sparacello giocano troppo distanti dalla porta. Il vantaggio arriva a cinque minuti dal termine, zuccata vincente di Celli sul calcio di punizione di Liviero e Gomis freddato. Nella ripresa la musica non cambia, il Fano ci riprova sempre sull'asse Liviero-Celli ma la sfera termina di poco a lato. Rimane l'unica emozione di un secondo tempo abbastanza noioso che ha visto un Teramo incapace di creare i presupposti per raggiungere il pareggio.

TOP 

Cristian Sosa (Fano) - Senza dubbio il migliore in campo dei suoi, prestazione sontuosa del capitano dei padroni di casa. Semaforo rosso per gli attaccanti del Teramo dalle sue parti, non passa nemmeno uno spiffero d'aria. L'ex Alessandria vince tutti i duelli aerei e per lui diventa praticamente un gioco da ragazzi contenere un cliente abbastanza difficile come Saveriano Infantino. PERFETTO!

Nessuno del Teramo - Appare oggettivamente difficile indicare un protagonista in positivo della gara del Mancini per la squadra di Maurizi, una prestazione da dimenticare in fretta. Atteggiamento troppo permissivo, qualche problema sui calci piazzati come dimostra il gol e l'occasione per Celli e mai pericolosi in zona offensiva.

FLOP 

Filippo Scardina (Fano) - Sicuramente può e deve fare qualcosa in più l'attaccante arrivato dal Pro Piacenza, soprattutto nella prima frazione viene spesso imbeccato dai compagni ma sbaglia la scelta decisiva. Non riesce a sfruttare quelle poche occasioni a disposizione, spesso murato da Jan Polak. APPANNATO!

Saveriano Infantino (Teramo) - Dovrebbe essere l'uomo in più per la salvezza del Teramo, con queste prestazioni però si fa complicata. Poco feeling con Sparacello prima e Barbuti dopo, spreca due buone occasioni e finisce preda di Sosa che gli sbarra spesso la strada verso la porta di Voltolini. SPAESATO!