Top & Flop di Feralpisalò-Ravenna

15.05.2019 22:55 di Mattia Emili   Vedi letture
Maiorino, Top Feralpisalò
© foto di Federico Gaetano
Maiorino, Top Feralpisalò

La Feralpisalò conquista l'accesso alla fase nazionale dei playoff di Serie C, pareggiando 0-0 in casa contro il Ravenna. Allo stadio Turina i gardesani riescono a rispettare i favori del pronostico, neutralizzando tutti i tentativi di rimonta da parte dei romagnoli. Nel primo tempo parte meglio la squadra di Foschi, che attacca a testa bassa e crea subito un'azione pericolosa sprecata da Galuppini. Con il passare dei minuti la foga dei giallorossi si placa ed esce fuori la qualità della squadra dell'esordiente Zenoni. Maiorino sale in cattedra e i Leoni del Garda creano diversi pericoli alla porta di Venturi. nella ripresa i padroni di casa alzano un muro, su cui si infrangono gli attacchi, sempre più frequenti, del Ravenna. In contropiede i bresciani sfiorano il gol della sicurezza prima con Vita, poi con Ferretti, ma si deve attendere il 95' per festeggiare il passaggio del turno.

Ecco i Top e i Flop di Feralpisalò-Ravenna:

TOP

Maiorino (Feralpisalò): Nel primo tempo dai suoi piedi passano tutte le azioni offensive dei gardesani. Sale in cattedra dopo un primo tempo troppo timoroso dei suoi, detta legge con le sue giocate e crea molti pericoli alla porta avversaria. Nella ripresa cala come tutta la squadra, ma ha comunque la lucidità in contropide di servire un pallone d'oro a Vita, che lo spreca. LEADER

Esposito (Ravenna): Tutta la squadra ha disputato una buona partita, ma ci piace sottolinerare la personalità e la bravura di questo centrocampista classe 2000, fresco di convocazione con la Nazionale azzurra per i Mondiali Under 20. La sua prestazione è costante, si fa dare palla e non ha paura di giocarla. Non fa cose eccezionali, ma in futuro sentiremo parlare di lui. PRECOCE

FLOP

Caracciolo (Feralpisalò): Era uno dei calciatori più attesi per questa sfida, ma la sua serata non verrà ricordata come una delle migliori per l' "Airone". Non appare molto reattivo sui molti cross che arrivano nel primo tempo e un paio di occasioni manca lo spunto del bomber di razza. Anche nella ripresa potrebbe fare meglio quando Vita gli pennella un cross sulla testa, avrà tempo di rifarsi nelle prossime partite. FANTASMA

Galuppini (Ravenna): La voglia di vincere c'è, ma ai giallorossi manca spesso la precisione nelle conclusioni e nell'ultimo passaggio. E' quello che dovrebbe fare Galuppini, che si dà da fare ma in fase conclusiva non è in gran serata. Sbaglia subito l'occasione che poteva cambiare il match, poi non è troppo felice in alcuni cross e tiri tentati. Termina comunque una buona stagione da parte del numero 7. IMPRECISO