Top & Flop di Fermana-Aquila Montevarchi

12.09.2021 18:15 di Stefano Scarpetti   vedi letture
Mister Malotti
TMW/TuttoC.com
Mister Malotti

Si è disputata la gara tra Fermana ed Aquila Montevarchi, giocata allo stadio "Bruno Recchioni" valida per la 3^ giornata del girone B: 0-1 il finale a favore dei toscani. Successo sostanzialmente meritato ottenuto dai toscani, che hanno avuto il merito di affrontare la gara con il piglio e la personalità, unita alla sfrontatezza tipica di una formazione giovane che si presenta in terza serie. Sull'altro fronte la squadra marchigiana ha mostrato di soffrire molto il gioco avversario faticando a trovare continuità in avanti palesando una manovra offensiva piuttosto faragginosa. In cronaca, Nei padroni di devono fare a meno  Scrosta che sta svolgendo un percorso riabilitivo da un precedente infortunio, unito a De Pascalis e Boateng. Non figurano nella lista dei convocati anche Grassi, Isacco, Lorenzoni, Marini, Pistolesi e Ajradinoski. Per la prima volta il tecnico dei gialloblù Maurizio Domizzi si  affida al 4-3-3 La linea difensiva davanti a Moschin vede la presenza sulle corsie esterne di Rossoni e Mordini affiancati da Blondett e Sperotto. In mezzo al campo Capece in "cabina regia" affiancato da Urbinati e Mbaye che vince il ballottaggio con Graziano. In avanti Marchi affiancato da Frediani e Bolsius. Sull'altra sponda Malotti deve fare a meno dello squalificato Martinelli che va ad aggiungersi alla defezione di Martorelli, avvenuta nella rifinitura di ieri. Torna dalla presenza con la nazionale under 20 rumena Dutu preferito da Bassano al fianco di Achy e Tozzuoloinel consueto 3-4-1-2. In mezzo al campo esordio dal 1' minuto dell'esperto Carpania supporto di una linea composta fa Mercati, Lischi ed Amatucci, Barranca trequartista alle spalle di Gambale e Jallow. Nella prima frazione ha prevalso l'equilibrio, anche se si sono fatti preferire gli ospiti tr abile a mostrare un centrocampo manovriero e a tratti frizzante pronto a mettere in movimento lo sgusciante Jallow. La Fermana ha masticato gioco non riuscendo a mettere in movimento un tridente apparso poco collegato. Occasioni ce ne sono state comunque poche, al 12' Frediani approfittando dell'unico errore della difesa ospite con il sinistro ha chiamato in causa Rinaldi. A stretto giro di posta è stato Jallow ad avere la palla del vantaggio, ma Moschin è stato abile a sbarrare la strada al giovane attaccante gambiano. Prova a correre ai ripari il tecnico Domizzi all'intervallo togliendo lo spento Bolsius sostituito da Corinus: inizialmente la sostituzione sembra avere gli effetti sperati, al 4' Frediani colpisce l'esterno del palo da buona posizione. I toscani non si fanno sorprendere tornando a "menare le danze", prima lo sgusciante Jallow obbliga Moschin a respingere la palla sul palo. Il gol è nell'aria e arriva a metà ripresa: Mercati pesca la sponda aerea di Jallow il quale premia l'inserimento senza palla di Gambale che spedisce la palla sotto la traversa. La reazione dei padroni di casa è confusionaria, i marchigiani attaccano con volontà ed abnegazione ma si espongono spesso alle ficcanti ripartenze avversarie. Nei cinque minuti di recupero accade poco, l'Aquila Montevarchi può festeggiare la "storica" vittoria in trasferta nei professionisti dopo oltre 20 anni. Vediamo i migliori e i peggiori del match:

Marco Frediani (Fermana): operazione piuttosto ardua quella di trovare un giocatore dei marchigiani da inserire in questa parte della nostra rubrica. L'ex Alessandria è quello a farsi notare maggiormente, cerca di trovare spazi anche se viene servito poco e male. L'unico a creare qualcosa in avanti sia nel primo tempo che nella ripresa. VOLITIVO

Sulayam Jallow (Aquila Montevarchi): una costante spina nel fianco della difesa avversaria, il suo movimento all'interno dell'area mette in difficoltà due difensori esperti come Blondett e Sperotto, Moschin in due occasioni gli nega la gioia del gol. Decisiva la sua sponda sul gol decisivo firmato da Gambale. PERICOLO PUBBLICO 

Don Bolsius (Fermana): nei 45' minuti fino a quando rimane in campo non riesce mai a trovare la posizione per poter incidere. I numeri ci sono per poter far male ma appare piuttosto impacciato facendosi anticipare sistematicamente dagli avversari. Il tecnico capisce l'antifona e lo toglie all'intervallo per dare più sostanza al centrocampo. AVULSO DALLA GARA

Nessuno nell'Aquila Montevarchi: tutti promossi nei valdarnesi, apparsi davvero in palla per tutti i 90' minuti. Squadra apprezzabile sul piano del gioco e della personalità. Certo anche l'entusiasmo fa il suo ma la giovane truppa di Malotti sembra avere le caratteristiche giuste per ben figurare nei professionisti. FRIZZANTI