Top & Flop di Renate-Giana Erminio

14.04.2019 23:15 di Stefano Scarpetti   Vedi letture
Rocco TOP Giana Erminio
© foto di Francesco Inzitari/ILoveGiana
Rocco TOP Giana Erminio

Si è conclusa la gara fra Renate e Giana Erminio, giocata al "Città di Meda", valida per la 35^ giornata del girone B di serie C: 0-2 il punteggio finale a favore degli ospiti. Un derby caratterizzato da grande equilibrio ed intensità, ma tutto sommato abbastanza corretto se consideriamo l'importanza della posta in palio, la truppa di Riccardo Maspero è riuscita a portarla dalla sua parte mettendo in mostra una maggior equilibrio e lucidità nel gestire gli episodi, capitalizzando le occasione costruito palesando anche una discreta compattezza cogliendo tre punti probabilmente decisivi in chiave salvezza. Sull'altro fronte i padroni di casa hanno mostrato tutte le proprie incertezze che ne hanno caratterizzato la stagione, difesa lenta e impacciata, centrocampo impacciato e attacco poco consistente, in questo si è visto molta volontà e determinazione, che non è però servita ad evitare una sconfitta molto pesante in chiave classifica per i nerazzurri. Partono bene i padroni di casa, i quali mettono numerosi palloni in mezzo che non fruttano limpide occasioni da gol, la Giana Erminio alla prima azione trova il vantaggio al 20': Giudici va in percussione pesca il taglio al centro della difesa di Rocco, il quale di libera degli avversari con troppa facilità, il suo destro non lascia scampo a Cincilla. La reazione dei nerazzurri è piuttosto sterile, e gli ospiti amministrano la gara con autorevolezza. Nella ripresa Aimo Diana cambia la sua squadra, il cambio di modulo produce alcuni frutti: la squadra tiene il campo in maniera migliore, al 15' potrebbe arrivare il pareggio, il sinistro di Piscopo da dentro l'area viene respinto sul palo da Leoni. Il Renate continua a spingere, ma non va oltre a mischie in area avversaria senza raccogliere niente di concreto. Nel finale gli ospiti la chiudono a sette minuti dal termine, discesa di Rocco, il quale entra in area si presenta davanti a Cincilla che respinge, arriva Capano che fa scorrere i titoli di coda del derby spedendo nella rete sguarnita. Ecco i migliori e i peggiori del confronto:

TOP

Piscopo (Renate): i cambi della ripresa hanno un effetto rivitalizzante nei nerazzurri, l'ingresso dell'attaccante italo-australiano danno linfa alla manovra offensiva, il suo movimento su tutto il fronte crea difficoltà e pochi punti di riferimento alla retroguardia avversaria, molti sono i cross messi in mezzo, purtroppo per lui non raccolti dai compagni. FRIZZANTE

Rocco (Giana Erminio): sigla il gol del vantaggio sfruttando al meglio una clamorosa ingenuità della retroguardia avversaria, lui è comunque bravo a colpire con un velenoso destro da dentro l'area. Sul secondo gol è decisiva una sua sgroppata sulla destra chiusa con un destro respinto dal portiere avversario, il resto e un apporto fondamentale alla squadra nelle due fasi. ELEMENTO DI PESO

FLOP

L'atteggiamento del Renate: preoccupante sia la classifica che la prestazione della truppa di Aimo Diana, apparsa come quel ragazzo che studia molto ma non riesce proprio ad arrivare alla sufficienza. Continuando il parallelo con la scuola, gli scrutini si avvicinano e il rischio della bocciatura si sta materializzando giorno dopo giorno, tradotto, il terzultimo posto dei nerazzurri è a dir poco allarmante. La squadra non segna, fatica tantissimo a costruire in avanti, mentre in difesa a tratti appare ingenua. ALLARME ROSSO

Nessuno nella Giana Erminio: non avrà espresso un calcio scintillante, in definitiva i cultori del calcio totale non saranno usciti soddisfatti ma a metà aprile conta la sostanza, i punti le vittorie, la concretezza. La truppa di Riccardo Maspero ha messo in campo tutte queste caratteristiche unita anche alla lucidità e capacità di soffrire, tutte qualità necessarie per raggiungere un obiettivo, che adesso appare decisamente più vicino. PROVA DI MATURITA'