Top & Flop di Virtus Verona-Ravenna

14.04.2019 23:03 di Valentino Bonetti   Vedi letture
Nocciolini (TOP Ravenna)
© foto di Uff. Stampa Ravenna FC
Nocciolini (TOP Ravenna)

Si è chiusa sul risultato di 1 a 2 la sfida tra Virtus Vecomp Verona e Ravenna, giocata alle 20,30 allo stadio “Gavagnin-Nocini” e valevole per la 35^ giornata del Girone B. Per questa importante sfida, mister Luigi Fresco schiera la formazione annunciata alla vigilia, con Ferrara al fianco di Danti in attacco nel 4-3-1-2 consueto degli Scaligeri. Qualche cambio, invece, per Luciano Foschi, il quale non rinuncia al 3-5-2, ma lascia in panchina i rientranti Boccaccini e Pellizzari, oltre a Selleri, Eleuteri e Bresciani. Martorelli gioca largo a destra con Barzaghi sul lato opposto, mentre in attacco tocca a Galuppini affiancare Nocciolini. Nel primo tempo sono i padroni di casa a fare la partita e le migliori occasioni capitano a Ferrara, la prima al 21': Danti pesca il compagno di reparto largo a sinistra, il numero 14 converge, salta Ronchi ma allarga troppo la conclusione da ottima posizione. La seconda occasione Ferrara la manca al 42' mettendo fuori di testa un corner a rientrare sul secondo palo. Nel mezzo, precisamente al 39', la rete in scivolata di Manuel Nocciolini, bravo a mettere la palla all'angolino sul servizio in profondità di Galuppini. La ripresa si apre come era finito il primo tempo, con la Virtus Verona a fare la partita ed al 50' la squadra di Fresco ha l'occasione di pareggiare subito i conti, ma Grbac manca clamorosamente un rigore in movimento su assist dal fondo proveniente da sinistra. I padroni di casa sfondano spesso e volentieri a sinistra ed al 54' trovano il pareggio: Danti lavora bene il pallone e mette al centro, dopo un primo tentativo rossoblu, la palla perviene ad Onescu, che mette in rete per la sua prima gioia stagionale. Foschi corre ai ripari ed inserisce Eleuteri e Selleri per Maleh e Papa, ma la partita non cambia, visto che sono sempre i padroni di casa ad avere le occasioni per fare male. La più ghiotta capita sui piedi di Giorico al 75': Jidayi perde palla sulla trequarti, ne approfitta Danti che scappa (ancora a sinistra) e serve Giorico a centro area, ma il numero 6 calcia clamorosamente alto a porta sguarnita. A cinque minuti dal termine ecco arrivare la beffa per i padroni di casa costruita dai due neo entrati attaccanti giallorossi: sponda di Gudjohnsen per Raffini, bravo a superare il diretto marcatore nell'uno contro uno e a battere Giacomel per il gol partita che proietta il Ravenna a quota 53 in classifica. Virtus Verona che torna a perdere in casa, non accadeva dal 12 febbraio, e resta ferma a 37 punti. Ecco top e flop della gara appena conclusa:

TOP:

Domenico Danti (Virtus Verona): non segna ma dalle sue iniziative nascono la maggior parte delle occasioni da rete costruite dalla squadra di Fresco, azione del momentaneo 1 a 1 compresa. I difensori del Ravenna non riescono proprio a tenerlo a freno e lui fa il bello ed il cattivo tempo fino all'80' quando, esausto, lascia il posto a Grandolfo. IMMARCABILE
Gli attaccanti del Ravenna: Nocciolini e Raffini hanno due palle buone in tutta la partita e trasformano in oro le intuizioni di Galuppini e Gudjohnsen regalando ai romagnoli 3 punti pesantissimi in una serata piuttosto complicata. Ragionando per assurdo, se questi giocatori avessero vestito la maglia della Virtus Verona stasera, la squadra di Fresco avrebbe vinto a mani basse. LETALI

FLOP:

Le occasioni mancate dalla Virtus Verona: una partita che è l'emblema della stagione di una squadra condannata spesso dagli episodi e dai minuti finali. La squadra di Fresco avrebbe meritato di vincere la partita, ma per farlo occorre mettere la palla in gol e le occasioni mancate stasera sono davvero clamorose. Questa sconfitta brucia ancora di più, complice il blitz della Giana Erminio sul campo del Renate, perché con questi 3 punti i rossoblu avrebbero fatto un balzo decisivo verso la salvezza diretta. SCIUPONI
Il secondo tempo del Ravenna: la classifica dice che il Ravenna procede spedito verso i playoff, ma la squadra di Luciano Foschi conferma di non essere in un buon momento di forma, dal momento che ha subito gli avversari per buona parte della partita. Stasera sono bastate due giocate per ottenere i tre punti ma per fare bene nel finale di stagione occorrerà ritrovare il miglior Ravenna. APPANNATI