Bisceglie, il silenzio in attesa del 24 giugno. Riammissione possibile

13.06.2019 07:00 di Dario Lo Cascio Twitter:    Vedi letture
Bisceglie, il silenzio in attesa del 24 giugno. Riammissione possibile

Il Bisceglie ha chiuso la sua stagione nel peggiore dei modi possibile. Ovvero con la retrocessione in Serie D, ai calci di rigore, davanti al proprio pubblico. Un boccone amaro difficile da mandare giù. Ma già il giorno dopo avevamo scritto che la Serie C non era perduta al 100%. Ed ha ragion veduta. Certo, il Bisceglie in stagione ha incassato una penalizzazione di tre punti ed è opinione comune che, chi riceve decurtamenti, non può partecipare alle procedure di riammissione per il prossimo torneo in caso di posti liberi. Ma il caso degli nerazzurrostellati è diverso.

I criteri di riammissione, pubblicati dalla FIGC lo scorso 21 maggio, affermano tra le altre cose che: "La riammissione al Campionato 2019/2020, ex art. 49, comma 5 bis delle N.O.I.F., riservata alle sole società retrocesse dal Campionato serie C 2018/2019, sarà comunque preclusa alle stesse qualora [...] abbiano subito sanzioni, scontate nelle stagioni 2017/2018 e 2018/2019, per il mancato pagamento, nei termini prescritti, degli emolumenti dovuti ai tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo o delle ritenute IRPEF, o dei contributi INPS o del Fondo Fine Carriera relative ai suddetti emolumenti, nonché le società che, al momento della decisione sulla domanda di riammissione, abbiano subito sanzioni per i predetti illeciti da scontarsi nella stagione 2019/2020. In presenza delle predette sanzioni, le società saranno computate ai soli fini della redazione della classifica finale". 

Si parla quindi di sanzioni relative ad irregolarità economiche. Il Bisceglie è stato sì penalizzato, ma per un motivo diverso. Si legge nel comunicato del Tribunale Federale Nazionale del 4 aprile che la decisione è stata presa "per non aver depositato, entro il termine del 1/08/2018, previsto dalla normativa Federale, le attestazioni del settore Tecnico della F.I.G.C. relative al tesseramento del Medico Responsabile Sanitario, di almeno un Operatore Sanitario della prima squadra e di un allenatore responsabile della squadra partecipante al campionato Berretti". 

Intanto il club ha proclamato il silenzio stampa ad oltranza fino al 24 giugno, termine ultimo per la presentazione delle domande di iscrizione, dopo il quale si saprà effettivamente quanti posti liberi ci saranno nella prossima Serie C. Attualmente il Bisceglie è terzo in graduatoria, dietro Virtus Verona e Fano, ma i granata si trovano in difficoltà societarie. Dietro i nerazzurrostellati la Paganese, non può invece partecipare il Cuneo per il regolamento di cui sopra. 

Intanto il sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano, ha garantito che i lavori necesssari per l'ottenimento della relativa licenza nazionale allo stadio "Gustavo Ventura" saranno svolti in tempo. A questo punto non resta che attendere ancora una decina di giorni. E molto dipenderà dalla volontà del patron Canonico di continuare questa avventura.