Casertana, Pochesci: "Squadra ha lottato. Tifosi Virtus poco eleganti"

12.05.2019 20:25 di Dario Lo Cascio Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Casertana, Pochesci: "Squadra ha lottato. Tifosi Virtus poco eleganti"

Sandro Pochesci, allenatore della Casertana, al termine della sconfitta nel primo turno playoff con la Virtus Francavilla che ha sancito l'eliminazione dei rossoblu, intervenuto in sala stampa ha dichiarato: "La squadra si è battuta, ha lottato, ha giocato. Dobbiamo essere giudicati come calciatori, il giudizio sugli uomini va fatto in altre sedi. Parliamo della gara, la Virtus Francavilla è stata maggiormente determinata e ha ottenuto il risultato con le buone e con le cattive. Dico con le cattive perché nel primo tempo Castaldo si è beccato una gomitata in faccia e l'arbitro non ha dato neanche punizione a nostro favore. Non voglio far polemiche. Come ha visto la manata del nostro capitano che andava espulso anche lui, sbagliando la seconda volta. E' stata una gomitata sullo zigono, non è che deve uscire fuori il sangue per tirare fuori il rosso. Le palle le devono tirare fuori anche gli arbitri. E' il regolamento".

"Vacca? Era quello che doveva farci giocare, il campo era in cattive condizioni ma lui era importantissimo. Aveva una marcatura stretta ma stava facendo la sua partita. Lo avevo spostato più a ridosso delle punte ma purtroppo si è fatto male. Ho messo un 2001, Matese. Abbiamo regalato Vacca, abbiamo regalato Floro Flores. La Casertana ha uno squadrone? Quando gioca. Non ho mai potuto farli giocare tutti insieme. La Casertana ha uno squadrone, ma poi giochiamo con i 1999, i 2000, i 2001".

"Il vero rammarico però è la partita di Reggio Calabria, una partita rubata con un gol in fuorigioco. Oggi stavo al posto della Reggina, giocavo in casa e non fuori casa, magari recuperavo Floro Flores, Zito. Poi siamo venuto qui, il capitano (Rainone, ndr), che è stato il migliore in campo, si è fatto sorprendere da un lancio lungo, sapendo come gioca la Virtus Francavilla, subendo il gol. E' difficile affrontare una squadra così con un campo del genere. Abbiamo dovuto buttare palla avanti anche noi, giocando una partita di lotta. La Virtus arrivava sempre sulle seconde palle, è stata più cattiva. Noi invece non ci siamo riusciti, ma non è colpa del campo. La gara si poteva vincere. Sapevo che loro avrebbero giocato per lo 0-0, giocando sulle ripartenze. E abbiamo preso un gol su lancio lungo".

"Spiace che un gruppo di tifosi ha insultato tutta la gara un allenatore che non ha fatto niente. La squadra va incitata, vanno spinti i propri colori, non insultate l'allenatore avversario che non vi ha fatto niente. Purtroppo ancora una volta avete mancato in quell'eleganza al Sud che è mancata nuovamente a Francavilla".