Ds Catania: "Periodo molto complicato, Catanzaro e Casertana da B"

11.10.2018 13:30 di Sebastian Donzella Twitter:   articolo letto 2073 volte
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
Ds Catania: "Periodo molto complicato, Catanzaro e Casertana da B"

Dopo settimane di attesa, in bilico fra la Serie B e la Serie C, il Catania ha iniziato ufficialmente la sua stagione in Lega Pro. Due gare e sei punti conquistati, con l'idea chiara di puntare dritto a quella cadetteria sfiorata negli ultimi mesi. "Abbiamo vissuto un periodo molto complicato - racconta ai microfoni di TuttoMercatoWeb.com il ds degli etnei Christian Argurio -, ma grazie alla forza del gruppo siamo riusciti a entrare bene in corsa in un campionato già iniziato. L'atteggiamento della squadra è stato quello giusto".

Che idea si è fatto sul nuovo Girone C? Per molti è il più competitivo dell'intera Serie C...
"Oltre alle solita difficoltà legate al fattore ambientale, che da sempre contraddistingue il girone del sud, credo che quest'anno tutte le squadre siano in grado di togliere punti alle rivali. A livello medio-alto, poi, la qualità si è innalzata, con un gruppo di squadre che possono ambire alle zone alte della graduatoria".

Quali le più pericolose?
"Catanzaro e Casertana sono sicuramente squadre che possono puntare alla Serie B. Poi ci sono formazioni come Juve Stabia, Trapani e la Viterbese qualora venisse confermata nel nostro girone, che possono fare un ottimo campionato. Da tenere sotto osservazione pure Sicula Leonzio, Rende e Siracusa".

Degli altri gironi invece che ne pensa?
"Hanno avuto una partenza più lenta, diesel, a causa delle molte formazioni rimaste ai box per la vicenda ripescaggi. Ternana, Novara, Pro Vercelli sono sicuramente squadre in grado di recitare un ruolo da protagonista. A mio modo di vedere la stessa Juve U23 potrà far bene".

Tornando alle vicende del Catania, il periodo di stop forzato dalle competizioni ha sicuramente dato un segnale importante sulle qualità di mister Sottil.
"E' stato molto bravo nella gestione degli stati d'animo che tutto il gruppo ha vissuto in giorni e settimane pieni di voci, indiscrezioni e polemiche. Lui è stato in grado di tenere la squadra concentrata sul campo, chiedendo sempre il massimo, puntando forte per la sua cura quasi maniacale per i dettagli. Non si è mai scomposto e questo ha trasmetto serenità a tutto l'ambiente".

Chiudiamo con il vostro prossimo impegno: sabato andrete a far visita alla Casertana.
"Come ho detto prima è una delle big del girone. Hanno grandi individualità, un bravo allenatore e una società forte che ha investito molto in estate. Calciatori come Castaldo, Floro Flores e Vacca sono calciatori che non hanno a che fare con questa categoria. Elementi come questi sono stati subito in grado di calarsi nella nuova realtà della terza serie. Col tempo poi la squadra sta trovando la propria identità. Per noi sarà sicuramente un test importante".