FOCUS TC - Serie C, 3^ giornata: la Top 11 del Girone C

Modulo: 4-3-3
10.09.2019 07:00 di Dario Lo Cascio Twitter:    Vedi letture
Mister Giuseppe Raffaele
Mister Giuseppe Raffaele

La terza giornata del Girone C di Serie C decreta una capolista solitaria, la Ternana, che batte a domicilio il Rende per 1-2. Seguono la Reggina, 3-0 al Bisceglie, il Catanzaro, 0-1 a Monopoli, e il Picerno, che vince 1-2 a Viterbo. Bene anche l'Avellino nell'anticipo di sabato, 2-0 sul Teramo, e il Potenza, che piega 2-0 il Catania. Il Bari piega 1-2 a domicilio il Rieti. Pareggi per Cavese e Vibonese (1-1), Sicula Leonzio e Paganese (2-2), Virtus Francavilla e Casertana (1-1).

Di seguito i giocatori migliori della terza giornata del Girone C: 

PORTIERE

Diamante Crispino (Casertana): ancora una conferma per l'estremo difensore dei Falchetti che con le sue parate tiene in piedi il match nonostante l'inferiorità numerica. Determinante perché poi ad un quarto d'ora dal termine arriverà la rete del pareggio firmata da Angelo D'Angelo. 

DIFENSORI

Andrea Malberti (Vibonese): di mestiere terzino destro, segna un gran gol da attaccante, con una girata al volo. E' la rete che illude la Vibonese fino al recupero, quando arriva il pari della Cavese. Resta comunque un'ottima prestazione. 

Andrea Tiritiello (Virtus Francavilla): bene il difensore biancazzurro che per larga parte del match contrasta con efficacia il temibile attacco della Casertana con intervenuti puntuali e una generale grande attenzione. 

Nebil Caidi (Picerno): il successo di Viterbo passa anche e soprattutto dall'esperto difensore. Prima il gol, poi tantissimi interventi di qualità a contenere le sfuriate offensive degli avversari. 

Antonio Giosa (Potenza): letteralmente dominante nel match col Catania, non solo per il gol. Neutralizza qualsiasi pericolo passi dalle sue parti, risultando sicuramente il migliore in campo del match. 

CENTROCAMPISTI

Claudiu Micovschi (Avellino): eccellente gara per il giovane esterno degli irpini. Nel primo tempo sblocca il match con la marcatura personale ed è protagonista di praticamente tutte le azioni offensive dell'Avellino con una spinta costante sulla fascia, ivi inclusa quella del raddoppio di Karic. 

Aniello Salzano (Ternana): la tecnica al servizio della squadra unita a tantissima grinta. Difende, attacca, imposta. Trova anche la rete da tre punti trasformando il calcio di rigore con grande freddezza. 

Nicola Bellomo (Reggina): match di caratura oltremodo elevata per l'eclettico trequartista amaranto. Non è un caso se gli assist per i tre gol della Reggina portano tutti la sua firma. 

ATTACCANTI

Mamadou Kanoute (Catanzaro): si gioca la palma del migliore dei giallorossi con Fischnaller e la spunta per la splendida rete realizzata in avvio di ripresa, dopo un altro gol annullato per fuorigioco. Quando è in forma come in questo avvio di campionato è assolutamente devastante. 

Paolo Grillo (Sicula Leonzio): sicuramente ispirato l'attaccante bianconer, protagonista di tutte le azioni offensive della Sicula, serve a Scardina un pallone che il compagno tramuta in rete, ringraziando. 

Thomas Alberti (Paganese): il giovane attaccante azzurrostellato è al secondo centro in campionato. Sicuramente uno dei più positivi di questo buon avvio di stagione della Paganese, con una prestazione di spessore contro un diretto marcatore ostico come Petta. 

ALLENATORE

Giuseppe Raffaele (Potenza): un primo tempo pressoché perfetto quello del Potenza contro il Catania. I rossoblu segnano due reti, ma potevano essere molti di più. Una lezione di tattica per l'allenatore siciliano, che dimostra, semmai ce ne fosse stato bisogno, che lo stop di Terni era stato solo un incidente di percorso. Raffaele è riuscito anche a dimostrare che la scelta di Isgrò, un suo pupillo, proveniente dall'Eccellenza, non è stata estemporanea. Al "Viviani", ma non solo, il Potenza vuole costruire la sua stagione. Il sogno è migliorare il quinto posto. Le premesse, il gioco e i gol ci sono. Non resta che proseguire su questa già positiva strada.