Girone C, diciannove più una. Teramo e Ternana possibili new entry

15.07.2019 07:00 di Dario Lo Cascio Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Girone C, diciannove più una. Teramo e Ternana possibili new entry

C'è attesa per la composizione del gironi di Serie C. E la situazione più delicata appare quella del Girone C. Numericamente parlando infatti le squadre del CentroSud, che andranno a costituire questo raggruppamento, sono meno che nel Nord Ovest e Nord Est. Come evidenziato nel nostro schema di suddivisione regione per regione, delle 59 squadre attualmente iscritte in C, solo diciassette sono assimilabili a quello che nella scorsa stagione era stato il Girone c.

Picerno e Potenza per la Basilicata; Catanzaro, Reggina, Rende e Vibonese per la Calabria; Avellino, Casertana, Cavese e Paganese per la Campania; Rieti e Viterbese dal Lazio; Bari, Monopoli e Virtus Francavilla sono le pugliesi; infine dalla Sicilia ecco Catania e Sicula Leonzio.

Ci sono comunque situazioni da valutare, ad esempio l'incertezza che ruota attorno all'Avellino. Inoltre ci saranno i ricorsi di Bisceglie e Audace Cerignola avverso l'esclusione da riammissione e ripescaggio. Alla finestra anche Turris e Taranto. Tutti club che potrebbero essere la ventesima squadra del Girone C e la numero 60 per la Serie C.

Ma le altre due quali saranno? Di certo infatti non potranno esserci gironi suddivisi numericamente in 21, 20 e 18, bensì, come nella scorsa stagione, quantomeno ci saranno due tornei da venti squadre e uno, anche stavolta in partenza probabilmente il C, da diciannove. 

La maggiore indiziata a questo punto sembra il Teramo. Gli abruzzesi, a livello di latitudine, sono equiparabili ai club laziali. Appare quindi una scelta abbastanza ovvia. Che tra l'altro aumenterebbe in maniera ulteriore la qualità generale del raggruppamento, visto che i biancorossi, Bruno Tedino in panchina in testa, stanno mettendo in piedi una squadra altamente competitiva. Con i biancorossi un'altra squadra di livello, ovvero la Ternana, compagine umbra col capoluogo però localizzato vicino al confine con Lazio e Abruzzo e quindi certamente assimilabile al girone centro-meridionale.

Un'altra ipotesi, che però appare davvero poco probabile, vedrebbe nel Girone C l'Olbia, ma appare abbastanza evidente che i collegamenti già difficoltosi, con il Sud sarebbero ancor più complicati per i bianchi. Per conoscere la composizione definitiva, non resterà che attendere.