J. Stabia, Colucci: "Rigore non dato? Ponzio Pilato è vissuto 2mila anni fa"

01.10.2022 21:30 di Sebastian Donzella Twitter:    vedi letture
J. Stabia, Colucci: "Rigore non dato? Ponzio Pilato è vissuto 2mila anni fa"
TMW/TuttoC.com
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Leonardo Colucci, tecnico della Juve Stabia, dopo la sconfitta di misura a Crotone si è così espresso in sala stampa: "Non è vero che non si può vincere a Crotone, non esiste una partita che non si possa vincere. Altrimenti quando ho giocato in categoria superiore non avrei mai fatto risultato in casa delle prime 5-6. E altrimenti ce ne andiamo a far Pasquetta, una gita fuori porta. Non parlo mai di arbitri, oggi voglio dire una cosa: su un tiro di Scaccabarozzi, un loro giocatore è andato con la mano a terra in area e la palla è andata a sbattere sul braccio. All'arbitro ho detto che c'è la regola che è rigore se metti il braccio a terra e la palla lo colpisce. Quindi non puoi darmi una punizione a due, devi darmi un rigore. Ponzio Pilato sappiamo cosa ha fatto duemila anni fa, così è lavarsene le mani. Da quando faccio lo pseudoallenatore è la prima volta che dico cose del genere. Attenzione, non parlo del Crotone, grande società. Non mi è piaciuto il fatto di due pesi e due misure, solo quello. In campo l'atteggiamento di qualche ragazzo mio non mi è piaciuto: di solito lo dico nello spogliatoio, adesso lo dico anche fuori. Nel calcio si corre e si rincorre: se qualcuno pensa che può correre solo, ha trovato l'allenatore sbagliato. L'errore è parte dell'apprendimento, non è un problema. Però non mi sono piaciuti davanti perché ci vuole anche un po' di cattiveria agonistica, è lo sport che te lo chiedo".