Potenza e Picerno nemiche-amiche. Con una casa in comune

21.07.2019 07:00 di Dario Lo Cascio Twitter:    Vedi letture
Potenza e Picerno nemiche-amiche. Con una casa in comune

Tra Potenza e Picerno la distanza è tutto sommato minima. Una trentina di chilometri di distanza, altrettanti minuti di auto. Le due squadre tra le altre cose divideranno lo stadio per alcuni mesi. In attesa dei lavori al “Donato Curcio” infatti il Picerno giocherà allo stadio "Alfredo Viviani" di Potenza, in accordo con il Comune del capoluogo lucano e ovviamente con il club del presidente Caiata. 

Non è un segreto che tra le due società corra amicizia e altrimenti non potrebbe essere vista la vicinanza di queste due realtà. E' chiaro che poi sul campo ci sarà una sana rivalità sportiva e al "Viviani" c'è già grande attesa per quelli che saranno sicuramente dei derby infuocati.

D'altronde, dopo la bella stagione conclusasi a giugno, il Potenza sembra voler puntare ancora un po' più in alto. Il gruppo, già rodato, è stato puntellato con acquisti di qualità: Viteritti, Arcidiacono, Souare, Iuliano, la conferma di Longo, Silvestri, Ferri Marini, Yacine. Mister Raffaele ha sorpreso per il gioco spumeggiante fatto vedere dal Potenza e, potendo lavorare dall'inizio, sicuramente ci saranno ulteriori passi avanti. 

Il Picerno da neo-promosso però non ha alcuna intenzione di fare da comparsa o sparring partner. E, dopo le conferme, gli innesti parlando da soli. Il portiere Pane, i difensori Lorenzini, Caidi e Bertolo, i centrocampisti Calamai e, in ultimo, Vrdoljak, l'attaccante Marzeglia, tra gli altri, dicono che il Picerno vuol ritagliarsi il suo spazio in Serie C con qualità e convinzione. 

Potenza e Picerno hanno in comune la regione, la provincia, i colori. Quest'anno anche la casa. E sicuramente entrambe saranno protagoniste in questo Girone C di Serie C.