Potenza, Salvemini out, Facundo e Bacio in. Attacco in mutamento

13.01.2019 07:00 di Dario Lo Cascio Twitter:   articolo letto 1490 volte
© foto di Giuseppe Scialla
Potenza, Salvemini out, Facundo e Bacio in. Attacco in mutamento

Sembra proprio l'attacco il reparto sul quale il Potenza si sta concentrando per razionalizzare gli uomini a disposizione di mister Giuseppe Raffaele. Il primo - e unico fin qui - a salutare i rossoblu è stato Francesco Salvemini, tornato al Monopoli, dopo un girone d'andata giocato non certo da protagonista. E il club si è subito mosso in entrata.

E infatti approdato in Basilicata, dal Teramo, il napoletano Antonio Bacio Terracino. Un elemento di categoria e di grande affidamento, che può risultare una garanzia nell'economia del gioco di Raffaele. Subito dopo il club di patron Caiata ha piazzato un altro acquisto. Quello di Facundo Lescano dal Parma.

Particolare la storia dell'argentino, perché riabbraccia proprio mister Raffaele, il tecnico sotto la cui guida ha vissuto la sua migliore stagione in Italia, con 15 gol in trenta presenze in Serie D con l'Igea Virtus. Si ricrea quindi un ottimo connubbio che i tifosi del Potenza sperano si ripeta anche in C. 

E in uscita? I punti fermi sono senza dubbio Carlos França e Leandro Guaita, che non si muoveranno dai Leoni. Anche Giuseppe Genchi, salvo offerte irrinunciabili per la società e il giocatore, sarà un punto fermo per il girone di ritorno. Sembrano invece più partenti che non sia Nicola Strambelli che Vincenzo Pepe.

L'ex Matera è infatti seguito da diversi club, in particolare dal Vicenza Virtus, ma si prospetta anche uno scambio con il Catanzaro che coinvolgerebbe Saveriano Infantino. E sembre tramite scambio potrebbe partire Pepe, destinazione Sicula Leonzio, in cambio di Sainz-Maza. 

Un attacco in mutamento per il Potenza, che nel girone di ritorno vuol conquistare quanto prima la salvezza matematica, per poi puntare il più in alto possibile.