Pres. Catanzaro: "Idea sintetico. Dal Belgio trovati auricolari per gli arbitri"

12.01.2019 22:45 di Sebastian Donzella Twitter:   articolo letto 2520 volte
Pres. Catanzaro: "Idea sintetico. Dal Belgio trovati auricolari per gli arbitri"

Floriano Noto, presidente del Catanzaro, ha tenuto quest'oggi la conferenza stampa di metà stagione: "Esprimiamo il miglior gioco della categoria: e non sono io a dirlo – le parole raccolte dal sito ufficiale – ma un po’ tutti i tecnici che seguono il campionato. D’accordo con il direttore Pasquale Logiudice, con il quale abbiamo condiviso un progetto a medio-lungo termine, abbiamo subito scelto un tecnico di grande esperienza. Auteri è una garanzia per questa categoria e, a mio avviso, potrebbe allenare anche in quelle superiori. È assieme al mister e al ds che abbiamo dovuto ricostruire una rosa quasi di sana pianta. E’ stato un impegno notevole: non solo finanziario ma anche di tempo. All’inizio ho visto molto scetticismo, anche da parte dei giornalisti. Oggi posso dire che abbiamo un gruppo che merita di indossare la nostra maglia. Sui nostri attenzione di club di A e B? Questo ci fa onore e vuol dire che abbiamo lavorato bene”.

Sulle sponsorizzazioni, che per l'85% arrivano da fuori regione: "Questo avviene certamente grazie alla reputazione del gruppo Noto. Dispiace che la città non abbia poi risposto così come ci si aspettava: al momento del passaggio societario al sindaco Abramo erano state promesse sponsorizzazioni per 600mila euro all’anno per tre anni. Per il primo abbiamo raccolto 350mila euro, nel secondo appena 120mila. È chiaro che non entro nel merito delle decisioni dei miei colleghi imprenditori però è giusto che questi numeri si conoscano".

Sullo stadio: "L’unica soluzione possibile è quella di pensare subito a un manto in sintetico. Per questo spero che l’Amministrazione comunale si affretti ad avviare l’iter anche per accedere al credito sportivo. Se si cominciassero i lavori a fine campionato potremmo avere un nuovo terreno di gioco pronto per il prossimo torneo".

Sulle presenze sugli spalti: "Mi sarei aspettato un maggior numero di tifosi sugli spalti del Ceravolo perché francamente lo spettacolo che dà la squadra meriterebbe un pubblico più numeroso. Dispiace soprattutto per i calciatori perché dovrebbero essere supportati con più entusiasmo. E lo dico per questo, non certo per l’apporto economico che cambierebbe davvero poco il nostro bilancio. Con questo voglio ringraziare di cuore coloro che sono sempre presenti sulle gradinate e che meritano grande considerazione da parte nostra".

Sull'arbitraggio, che ha tanto fatto discutere in stagione: "Mi piacerebbe che in Lega Pro gli arbitri fossero dei professionisti. Mi spiego meglio: non è che non lo siano ma sarebbe corretto retribuirli in modo più adeguato fornendogli anche il supporto tecnologico per operare al meglio. Posso dire che grazie al mio impegno in qualità di componente del Consiglio direttivo della Lega Pro e a quello di mio figlio Luca, che ha individuato una società belga che li produce, già dalle prossime partite arbitri e assistenti saranno dotati degli auricolari che gli permetteranno di dialogare tra loro".

Sulla ripresa del campionato: "Avremo tante partite in pochi giorni i nostri calciatori dovranno dare il massimo ma lo faranno perché amano la maglia e la città”. E sul mercato: “Non ci saranno stravolgimenti perché sarebbe assurdo. Non cerchiamo nomi ma calciatori funzionali al gioco del mister”.