Reggina, Cevoli: "Il 3-1 ci ha tagliato le gambe. Ringrazio i miei ragazzi"

15.05.2019 23:52 di Dario Conti   Vedi letture
Reggina, Cevoli: "Il 3-1 ci ha tagliato le gambe. Ringrazio i miei ragazzi"

Non riesce il miracolo al “Massimino” contro il Catania di Sottil. La Reggina chiude con un pesante passivo (4-1) la sua corsa ai playoff. Amareggiato a fine gara il tecnico degli amaranto Roberto Cevoli, che ha commentato con queste parole l’esito del match:

“Avevamo preparato la partita per cercare di tenerla in equilibrio il più possibile. Chiaramente ci sono gli avversari e la loro forza, quindi bisogna fare i conti con quello. Siamo andati in svantaggio quasi subito, commettendo degli errori, e facevamo fatica a costruire gioco. Abbiamo avuto la fortuna di pareggiare subito e questo ci ha dato forza. Il 2-1 a fine primo tempo è stato pesante, ma eravamo ancora in partita. Nel secondo tempo ho cercato di mettere un pò di peso in avanti, ma il 3-1 ci ha tagliato le gambe. Dopo è diventata una partita in salita e questo ci ha penalizzato perché non siamo riusciti a fare più niente. Mentalmente è stata una mazzata. La Reggina poteva fare sicuramente di più, siamo stati fallosi, ma avevamo di fronte una squadra con giocatori che hanno fatto sempre la serie B e questo non è un caso.

Non voglio attaccarmi all’arbitro, perché il risultato probabilmente non sarebbe cambiato, ma c’era un possibile rigore a nostro favore sul 3-1. Abbiamo provato a fare le cose, abbiamo sbagliato molto oggi, però oggi non posso che ringraziare i miei ragazzi per quello che hanno dato. Sono orgoglioso di esser stato il loro allenatore quest’anno, mi hanno fatto crescere molto e per questo li ringrazio. Si è costruito qualcosa di solido, ci sono delle basi su cui la società può ripartire. Adesso metabolizziamo questa partita, perché siamo ancora arrabbiati per com’è andata. Valuteremo in questi giorni con la società cosa fare”.