Rende-Teramo, Andreoli per salvare la panchina: le probabili formazioni

21.09.2019 11:30 di Lorenzo Carini   Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
Rende-Teramo, Andreoli per salvare la panchina: le probabili formazioni

La quinta giornata del Girone C di Serie C scatta dal "Luigi Razza" di Vibo Valentia, pronto ad ospitare questo pomeriggio (calcio d'inizio alle ore 16, LIVE MATCH su TuttoC.com) il confronto tra il Rende di Angelo Andreoli e il Teramo di Bruno Tedino, due compagini che hanno cominciato la stagione col piede sbagliato e che dovranno, dunque, invertire al più presto questo trend negativo.

I padroni di casa, che originariamente dovrebbero disputare le partite casalinghe al "Marco Lorenzon" (il quale sarà, però, indisponibile per gran parte della manifestazione), arrivano da quattro sconfitte in altrettante gare ufficiali contro Bisceglie, Casertana, Ternana e Vibonese. Il silenzio stampa richiesto alla vigilia di questo incontro fa pensare, inutile dirlo, che sia a rischio il futuro del tecnico Andreoli, alla prima esperienza assoluta su una panchina in Serie C: l'ultimo posto della graduatoria, condiviso con il Rieti, non sta ovviamente bene né alla società, né ai tifosi, che si sarebbero auspicati un'annata sulla stessa linea della scorsa, con il club calabrese che chiuse la regular season al 10° posto e si qualificò per i Playoff.

Anche il Teramo, che ad inizio torneo rientrava nell'elenco delle favorite per la promozione in Serie B, sta passando un periodo piuttosto complicato: gli abruzzesi, va detto, hanno però disputato solamente tre gare, visto il rinvio della sfida della seconda giornata con la Sicula Leonzio a causa della concomitanza con la sfida Pescara-Pordenone disputata al "Cornacchia". I ragazzi di Tedino hanno cominciato il Campionato perdendo fuori casa prima con il Catanzaro e poi con l'Avellino, mentre la prima "gioia" è arrivata domenica scorsa con la vittoria interna per 2-0 sulla Cavese (a segno Magnaghi e Bombagi).

Rende-Teramo è una partita decisamente "atipica": le due compagini, infatti, si sono affrontate appena due volte nel corso della loro storia. Entrambi i precedenti risalgono alla stagione 1979/80, quando nel Girone B di Serie C1 la gara d'andata disputata in Calabria terminò con uno scialbo 0-0 mentre il match di ritorno premiò gli abruzzesi col punteggio di 2-1.

QUI RENDE - Angelo Andreoli mischia le carte in tavola ed è pronto a cambiare qualcosa rispetto all'ultima uscita con la Vibonese: la novità più importante è rappresentata dall'esclusione di Albertazzi, che non ha affatto convinto nelle prime quattro uscite ufficiali ed ora dovrà provare a riguadagnarsi una maglia da titolare partendo, però, dalla panchina. Si torna al più collaudato 4-2-3-1, avendo il 3-5-2 dato pessimi risultati: Rossini, Vivacqua e Scimia giocheranno alle spalle dell'unica punta Abdoulaye Traoré.

QUI TERAMO - Tre assenze e due dubbi di formazione per Bruno Tedino, il quale dovrà rinunciare allo squalificato Cianci, espulso nel match disputato due settimane fa con l'Avellino, e agli infortunati Minelli e Soprano. Il tecnico degli abruzzesi dovrebbe mandare il campo la sua squadra con il 4-3-2-1: sulla corsia di sinistra c'è Di Matteo in vantaggio su Tentardini, mentre per quanto concerne il centrocampo Santoro sembra favorito su Lasik per una maglia da titolare. I due trequartisti saranno Bombagi e Martignago che agiranno a sostegno di Magnaghi.

Queste le probabili formazioni del match che potrete seguire LIVE su TuttoC.com a partire dalle 16.00:

RENDE (4-2-3-1): Borsellini; Vitofrancesco, Nossa, Ampollini, Blaze; Collocolo, Loviso; Rossini, Vivacqua, Scimia; Traoré. A disp: Savelloni, Palermo, Origlio, Bruno, Germinio, Drkusic, Cipolla, Giannotti, Morselli, Bonetto, Soomets, Libertazzi. Allenatore: Angelo Andreoli

TERAMO (4-3-2-1): Tomei; Cancellotti, Cristini, Piacentini, Di Matteo; Mungo, Arrigoni, Santoro; Bombagi, Martignago; Magnaghi. A disp: Lewandowski, Valentini, Florio, Iotti, Tentardini, Cappa, Costa Ferreira, Ilari, Lasik, Viero, Birligea. Allenatore: Bruno Tedino

ARBITRO: Valerio Maranesi di Ciampino (Nicolò Moroni di Treviglio - Giorgio Ravera di Lodi)