Top & Flop di Viterbese-Bisceglie

05.12.2018 17:05 di Valentino Bonetti  articolo letto 1871 volte
Pacilli (TOP Viterbese)
© foto di Andrea Zalamena/TuttoLegaPro.com
Pacilli (TOP Viterbese)

Si è chiusa sul risultato di 4 a 0 in favore dei padroni di casa il recupero della 4^ giornata giocato alle 14,30 allo stadio “Enrico Rocchi” tra Viterbese e Bisceglie. La squadra di Sottili può così festeggiare la prima vittoria stagionale, che le consente di salire a quota 5 in classifica. Continua, invece, il momento negativo del Bisceglie, sconfitto per la sesta volta nelle ultime dieci partite, a secco di vittorie da due mesi e fermo a 11 punti.

E' un bel pomeriggio di sole a Viterbo ed in avvio Sottili si affida al consueto 4-3-3 nel quale c'è la novità Bismark, al posto dell'infortunato Polidori, al centro dell'attacco. Inedito 4-3-1-2 per Ginestra, con Starita schierato alle spalle della coppia Scalzone-De Sena. La Viterbese parte a razzo e dopo quindici minuti è già in vantaggio: Vandeputte apre con il compasso per Pacilli, controllo e sinistro a giro sul secondo palo che non lascia scampo a Crispino. Al 33' lo stesso numero 20 recupera palla e sprinta sul fondo a destra, centro per Bismark che controlla e gira in rete per il 2 a 0. Nella ripresa la musica non cambia e la Viterbese dilaga al 57' con la punizione di Pacilli, bravo a scavalcare la barriera con il piede preferito e con il rigore di Vandeputte, spiazzato Crispino. Il tiro dagli undici metri era stato concesso per fallo di Calandra ai danni dello stesso attaccante belga, servito da uno scatenato Pacilli. Ecco top e flop della gara appena conclusa:

TOP:

Mario Pacilli (Viterbese): segna il vantaggio con un sinistro di grande tecnica e precisione, serve a Bismark l'assist per il raddoppio dopo aver recuperato palla e saltato un avversario, realizza il tris con una punizione magistrale e serve Vandeputte in occasione dell'azione che porta al rigore. I tifosi lo volevano dal dischetto per la tripletta e lui è, per distacco, il migliore di una squadra che oggi è parsa davvero convincente sotto tutti i punti di vista. STRARIPANTE

Nessuno nel Bisceglie: vero che la squadra di Ginestra non molla fino alla fine ma i nerazzurri, oggi in maglia bianca, si vedo soltanto nel finale sulle iniziative dei due nuovi entrati Toskic e Bottalico. Davvero troppo poco per impensierire la Viterbese ed invertire un trend che comincia a farsi preoccupante. NON PERVENUTI

FLOP:

Nessuno nella Viterbese: contro il Trapani la vittoria era sfumata per una gestione sciagurata degli ultimi dieci minuti di partita. La squadra di Sottili, che al termine della gara aveva sottolineato proprio alcune occasioni mancate dalla sua squadra per chiudere definitivamente il match, dimostra di aver imparato dai propri errori e non solo porta a casa i tre punti con un risultato rotondo ma lo fa con una prestazione nella quale tutto funziona alla perfezione. LEZIONE IMPARATA

Ernesto Starita (Bisceglie): paga per tutti essendo il giocatore che può cambiare le sorti della sua squadra, anche tenuto conto dei tanti infortuni che deve fronteggiare mister Ginestra. Il gol, per il capocannoniere nerazzurro, manca ormai da troppo tempo ed anche oggi lo si vede solo in occasione dei calci piazzati. DESAPARECIDO