Top & Flop di Viterbese-Catanzaro

22.09.2019 17:40 di Dario Lo Cascio Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Top & Flop di Viterbese-Catanzaro

La Viterbese batte 2-1 il Catanzaro ormai ex capolista e rialza la testa dopo due sconfitte consecutive. 

La differenza nel primo tempo tra Viterbese e Catanzaro sta nel cinismo e negli errori. Il cinismo dei laziali, che trasformano due delle tre occasioni da gol. Gli errori dei calabresi, che vengono commessi proprio in occasione delle due marcature. La Viterbese passa dopo appena cinque minuti: lancio di De Giorgi, la difesa si perde Volpe che salta anche Di Gennaro e insacca a porta vuota. Il Catanzaro ci prova con Fischnaller e Di Livio, che mandano fuori di poco. Poi Errico impegna Di Gennaro, che respinge in maniera reattiva. Fischnaller ha sui piedi la palla del pareggio ma, a tu per tu con Vitali, calcia addosso al portiere. Quindi arriva il raddoppio della Viterbese: svarione in disimpegno del Catanzaro, Errico ruba palla, salta Riggio con facilità e di sinistro segna.

Un fuoco di paglia l'avvio di ripresa del Catanzaro. Passano un paio di giri di lancetta dei secondi e De Risio, con un gran destro del limite, riapre la gara pescando l'angolo dove Vitali non può arrivare. Poco dopo Di Livio prova a imitarlo ma stavolta il portiere è attento e smanaccia sopra la traversa. E' di fatto l'ultima chiara opportunità da gol per il Catanzaro che da qui in poi farà tanto possesso palla e poco più. La Viterbese invece andrà vicino alla terza rete con Bianchi, negata da un'ottima parata di Di Gennaro. 

Vediamo chi sono stati i migliori e i peggiori del match:

TOP

Andrea Errico (Viterbese): sicuramente il migliore in campo dei suoi, soprattutto nel primo tempo. Il giovane centrocampista riesce più volte ad anticipare i diretti concorrenti Maita e De Risio, risultando spesso il guastatore dell'azione del Catanzaro e il primo a far ripartire i suoi. Poi si mette in proprio e segna un gran bel gol che risulterà decisivo. MOTO PERPETUO

Lorenzo Di Livio (Catanzaro): sicuramente il più positivo nel computo di una prestazione di squadra sotto tono. Di Livio svaria su tutto il fronte offensivo, provando a saltare l'uomo e a dialogare con i compagni. Nell'ultima mezz'ora si spegne per stanchezza dopo aver corso tanto e con lui anche la spinta offensiva del Catanzaro. PROPOSITIVO

FLOP

L'avvio di ripresa della Viterbese: avanti di due gol si può stare tranquilli ma non più di tanto, specie contro una squadra come il Catanzaro che viene fuori dagli spogliatoi in maniera veemente. Nei primissimi minuti la Viterbese ci capisce ben poco, incassa una rete e rischia di beccare subito anche il pareggio. Per fortuna dopo poco la squadra di Lopez riesce a ritrovare le misure. CALO DI CONCENTRAZIONE

Andrea Bianchimano (Catanzaro): la prestazione dei giallorossi, spreconi e distratti nel primo tempo e poco convinti specie nell'ultima mezz'ora di gara, non può risultare positiva nel suo complesso come detto. Spicca però in negativo il match di Bianchimano. Subentrato nel secondo tempo per aumentare il peso offensivo, tocca pochissimi palloni. Quando non viene anticipato sbaglia stop o appoggi anche abbastanza facili. SVAGATO