Triestina, Procaccio: "La B nell'anno del centenario sarebbe il top"

16.05.2019 10:50 di Claudia Marrone Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Triestina, Procaccio: "La B nell'anno del centenario sarebbe il top"

Una Triestina che, in attesa del 29 maggio, sta osservando da spettatrice i playoff, in vista del proprio turno che arriverà appunto a fine mese. Intanto, dalle colonne de Il Piccolo, parla l'attaccante degli alabardati Andrea Procaccio, vero stakanovista della rosa, sceso in campo in tutte le 38 gare:

"Alla fine le ho giocate tutte. La prima volta ero in panchina e a vedere questo pubblico un po’ le gambe ti tremano. Poi ho esordito già in quella giornata ed ero felicissimo. Speravo di giocare un altro po’, ma alla terza ho già fatto il titolare. Sono contento che il mister abbia avuto fiducia in me, ha visto grande impegno. E poi c’è stata anche la fiducia di Milanese, della società col rinnovo del contratto. Io qua sto benissimo, la città è bellissima, i tifosi eccezionali, lo stadio è al top, cosa chiedere di più? Solo sperare di salire ancora più su".

E per salire di più ci sono i playoff. Procaccio parla di come si gestisce questo periodo di pausa in attesa dell'ingresso nella competizione: "Alimentazione, riposo, vita sana, e allenarsi al cento per cento. Gli altri stanno facendo tante partite, potremmo trovare squadre al top, dovremo essere bravi ad arrivarci al massimo ed essere concentrati dalla prima partita. I giocatori ci sono, lo staff pure, lo stadio è il top e la società è eccezionale: Trieste merita la B, sarebbe favoloso nell’anno del centenario".