Mantova, Sabatini: "La gara con la Torres sarebbe potuta essere un incubo, invece..."

02.05.2014 18:00 di Valeria DEBBIA   Vedi letture
Carlo Sabatini
© foto di Flavio Mazzoleni/Monza-News.it/TLP
Carlo Sabatini

Allenamento bagnato questa mattina per il Mantova che, sotto la pioggia e il vento del Martelli, ha lavorato alla vigilia della partenza per Sassari. Al termine della seduta mister Carlo Sabatini ha incontrato la stampa per la canonica conferenza stampa pre-partita, riportata dal sito ufficiale mantovafootballclub.it: “Questa settimana abbiamo lavorato come tutte le altre, senza pensare a pareggi o calcoli vari; la partita l'abbiamo preparata con attenzione e concentrazione. Da un certo punto di vista non si vede l'ora che arrivi domenica, però sono stati dei giorni comunque particolari. Fino ad un paio di settimane fa si pensava a questa partita come ad un incubo, uno scoglio quasi insormontabile, invece ora ci arriviamo con a disposizione due risultati su tre e con la promozione nelle nostre mani, nel senso che non dobbiamo dipendere da risultati altrui. La squadra è pronta ad andare a prendersi quello che ha meritato sul campo. Non abbiamo abbassato la guardia; sappiamo che con la Torres sarà partita vera. Quando arrivi da tre sconfitte consecutive, come è capitato a noi, la voglia di riscattarsi è sempre tanta, soprattutto davanti al proprio pubblico. Sono convinto che Sassari e lo stadio aiuteranno i rossoblù, nonostante le ultime prestazioni loro hanno fatto una rimonta davvero importante". Qualche problema sul fronte squadra, vista l'indisponibilità dell'ultim'ora di un giocatore: "Noi purtroppo ieri abbiamo perso Cavagna (infortunio al ginocchio da valutare nei prossimi giorni ndr), ma la squadra e il modulo che adotteremo domenica non dovrebbe discostarsi da quello delle ultime due partite. Abbiamo trovato dei buoni equilibri e concesso poche occasioni agli avversari”.