Reggiana-Bari, la promozione in B è dietro l'angolo: le probabili formazioni

22.07.2020 11:00 di Lorenzo Carini   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Reggiana-Bari, la promozione in B è dietro l'angolo: le probabili formazioni

E' il giorno più atteso perché oggi si conoscerà la quarta promossa in Serie B dopo Monza, Vicenza e Reggina: a contendersi l'ultimo pass utile per l'accesso in cadetteria saranno Reggiana e Bari, impegnate dalle 20.45 al "Mapei Stadium - Città del Tricolore" di Reggio Emilia (LIVE MATCH su TuttoC.com), l'impianto della formazione granata che, in virtù di un miglior coefficiente punti al termine della regular season, potrà dunque disputare questa finalissima nel proprio terreno di gioco. L'emergenza Coronavirus non consentirà ai tifosi di accedere allo stadio, anche se già a partire dalle 18 gran parte dei sostenitori della "Regia" si troveranno nel parcheggio antistante per supportare i ragazzi di Massimiliano Alvini: lo stesso potrebbero fare alcuni supporters del Bari, nelle ultime ore si è parlato di quasi 500 tifosi biancorossi in arrivo anche se la Prefettura della città emiliana non sembra aver ricevuto informazioni certe a riguardo da parte dei colleghi pugliesi.

Reggiana e Bari erano le grandi favorite alla vigilia di questo mini-torneo: gli uomini di Massimiliano Alvini hanno chiuso al secondo posto nel Girone B davanti al Carpi, gli ospiti allenati da Vincenzo Vivarini si sono invece rassegnati alla seconda posizione nel Girone C dietro alla Reggina. Nel cammino in questi playoff "ridotti" vista la situazione epidemiologica nel nostro Paese, la Reggiana ha superato Potenza (0-0, è stato il "fattore campo" a premiare Venturi e compagni) e Novara (2-1) mentre il Bari si è imposto su Ternana (1-1, anche qui decisivo il "fattore campo") e Carrarese (2-1 dopo i supplementari grazie al guizzo di Simeri al 119').

Le piazze di Reggio Emilia e Bari sono da sempre molto legate al mondo del calcio: la Reggiana manca in Serie B dalla stagione 1998/99, l'ultima volta del Bari in seconda serie risale invece al 2017/18. Entrambe le compagini sono accomunate, per motivi diversi, dallo stesso obiettivo: se da una parte c'è l'incredibile voglia di tornare nei palcoscenici più importanti del calcio italiano ad oltre venti anni dall'ultima volta, dall'altra c'è il desiderio di riportare nel capoluogo pugliese la categoria più consona per una squadra costruita quest'anno esclusivamente per la promozione. Il percorso della Reggiana, oggi ancora "Reggio Audace", e del Bari, tra le altre cose, è anche piuttosto simile: lo scorso anno, infatti, entrambe militavano in Serie D, i granata chiusero terzi nel proprio girone ma vennero ripescati in C per il completamento degli organici mentre i biancorossi arrivarono in testa nel Girone I. Per una delle due, quindi, si tratterà di doppio salto dalla Serie D alla Serie B: ricordiamo che in caso di parità al novantesimo saranno effettuati due tempi supplementari da 15' ed eventualmente i calci di rigore.

QUI REGGIANA - Rispetto all'ultima gara vinta contro il Novara, mister Massimiliano Alvini potrebbe trovarsi costretto a rinunciare all'impiego di Lunetta dal 1': il giovane di proprietà dell'Atalanta si è fatto male ad un braccio, sarà sicuramente in panchina ma sul campo dovrebbe essere sostituito da Favalli. Confermato il modulo, il 3-4-1-2, con la difesa composta da Spanò, Rozzio e Costa davanti al portiere Venturi: Libutti sulla fascia destra, il già citato Favalli su quella opposta e la coppia Rossi-Varone in mezzo. Radrezza favorito per una maglia da titolare nella trequarti alle spalle di Kargbo e Scappini, leggermente in vantaggio nel ballottaggio con Zamparo.

QUI BARI - Tutti a disposizione di Vincenzo Vivarini ad eccezione di Pinto: il tecnico dei biancorossi riconfermerà gran parte dell'undici titolare visto nella recente uscita contro la Carrarese, pochi dubbi anche sul modulo che sarà il 4-3-1-2. Davanti a Frattali, a caccia di un'altra promozione in B a tre anni da quella ottenuta col Parma (quell'anno, in gialloblu, c'erano anche Di Cesare e Scavone, autore del primo gol nella finalissima con l'Alessandria), la difesa a quattro formata dagli esterni Ciofani e Costa e dai centrali Sabbione e Di Cesare, completamente recuperato dopo un fastidio accusato con la Carrarese. A centrocampo potrebbe trovare una chance Bianco assieme ad Hamlili e Scavone, con Schiavone che dunque andrebbe ad accomodarsi in panchina. Niente Costantino in attacco: al suo posto agirà Simeri a stretto contatto con Antenucci, alle loro spalle spazio a Laribi.

Queste le probabili formazioni del match che potrete seguire LIVE su TuttoC.com a partire dalle 20.45:

REGGIANA (3-4-1-2): Venturi; Spanò, Rozzio, Costa; Libutti, Rossi, Varone, Favalli; Radrezza; Kargbo, Scappini. A disp: Narduzzo, Voltolini, Martinelli, Zanini, Espeche, Zamparo, Serrotti, Staiti, Valencia, Marchi, Lunetta, Kirwan, Pellizzari. Allenatore: Massimiliano Alvini

BARI (4-3-1-2): Frattali; Ciofani, Sabbione, Di Cesare, Costa; Hamlili, Bianco, Scavone; Laribi; Simeri, Antenucci. A disp: Marfella, Liso, Perrotta, Corsinelli, Berra, Folorunsho, Schiavone, Maita, Costantino, Terrani, D'Ursi. Allenatore: Vincenzo Vivarini

ARBITRO: Daniele Paterna di Teramo (Gabriele Nuzzi di Valdarno - Marco Trinchieri di Milano | IV: Matteo Marcenaro di Genova)