Top & Flop di Savona-Pistoiese

01.05.2016 18:30 di Francesco Moscatelli   Vedi letture
Iannarilli, FLOP Pistoiese
© foto di Prospero Scolpini/TuttoSalernitana.com
Iannarilli, FLOP Pistoiese

Il risultato che non ti aspetti. Peggio di così, per l'Olandesina, proprio non poteva andare. Sconfitta da una rediviva Savona, mentre, a raffica, segnano tutti coloro che non dovevano segnare: il Rimini (non uno, quattro), il Tuttocuoio (tre), il Prato. Alla fine, pure il Santarcangelo. E quasi bisogna aggrapparsi al gol dell'aretino Defendi, che consegna al Pisa il secondo posto relegando la Maceratese sul gradino più basso, per pensare in casa Pistoiese con un pizzico di calma (non di serenità, quella proprio no) all'ultimo turno con la banda di Gattuso.

Bene il Savona. Crederci al ricorso (calendarizzato per il prossimo 13 maggio), non solo a parole. Avvicinarsi il più possibile alla Lupa Roma per poi confidare nelle abilità di chi sa di legge. Intanto, Tassi sa senz'altro come calciare un pallone: il suo corner, ad inizio ripresa, beffa Iannarilli e accende una luce proprio quando, dopo mesi di tenebre poco bianche e molto blu, sembrava fosse davvero notte fonda. 

Ecco i migliori e i peggiori del match del "Bacigalupo".

 

TOP:

Tassi-Placido (Savona): Può un calcio d'angolo cancellare i patemi di una stagione? Forse no, ma è altrettanto vero che i patemi collettivi di una stagione non possono annullare il talento di un ragazzo che ha solo bisogno dei giusti tempi per maturare. Non è certo TuttoLegaPro.com a scoprire le qualità di questo giovane interista dai piedi buonissimi, ma a TuttoLegaPro.com, da sempre attenta a coloro che sanno cosa fare con quel pallone, fa sempre piacere poter inserire uno come Lorenzo nella tabella dei migliori. Non male Cincilla, attento a sfruttare le briciole lasciate da Falcone; non male nemmeno Placido, cui il compito di disattivare Vassallo non era dei più semplici. SFODERARE QUESTA INTENSITA' UN PO' PRIMA, PROPRIO NO?

Colombo-Petriccione (Pistoiese): L'esperto ex-Tuttocuoio (ed ex-Spezia, ex-Hellas, etc.etc.etc.) ha provato a mettere una toppa in una prestazione collettiva decisamente da rivedere, ma nemmeno lui alla fine ha trovato il guizzo. Petriccione ha lavorato come di consueto diversi palloni, ma la verità è che quello odierno rappresenta un salto (mortale?) indietro per tutta la truppa arancione. Al dì là del ricorso, era normale attendersi una certa flemma biancoblu, non certo da parte degli arancioni che stasera, con i tre punti, avrebbero potuto prenotare già le ferie. Tutto in novanta minuti. E basta vedere i risultati di oggi, anche dagli altri campi, per non dormire una settimana intera. CONTARE SU SE STESSI. VAI A FIDARTI...

 

FLOP:

Morra (Savona): si vede poco, lasciando a Virdis l'onere di inventarsi qualcosa ai limiti dell'area di rigore avversaria. A ben vedere, oltre al gol di Tassi, le azioni più pericolose sono a firma di altri: i tiri da fuori dei centrocampisti locali -in modo particolare Lulli- hanno rappresentato occasioni ben più significative per la truppa di Braghin. Ma, nella disgraziata stagione biancoblu, non è certo questa la domenica per mettere qualche striscione dietro la lavagna. ANCHE PERCHE' I FLOP, PER QUEST'ANNO, LI ABBIAMO FINITI 

Iannarilli (Pistoiese): Un gol che spacca in due la partita. Ma se questa partita è anche piuttosto "bloccata", è quest'unico episodio a distribuire anche le pettorine dei buoni e dei cattivi. Così in auge Tassi, nella polvere il portiere ospite Iannarilli, ingannato da una traettoria drogata dal vento oltrechè beffarda già di suo. Ad ogni modo, un errore grave che segna il risultato. Ma non è altrettanto pesante la scarsa verve degli orange più rappresentativi? Da Mungo e Sinigaglia è lecito attendersi molto, molto di più. DIMENTICARE TUTTO, DIMENTICARE SUBITO