Catania, Sottil: "Meritavamo di passare. Credo ancora al primo posto"

30.01.2019 21:30 di Anna Catastini  articolo letto 1720 volte
© foto di Federico Gaetano
Catania, Sottil: "Meritavamo di passare. Credo ancora al primo posto"

Il Catanzaro sorprende il Catania al “Massimino” e conquista il passaggio del turno a spese del Catania di Sottil. Il trainer degli etnei, commenta la sconfitta in sala stampa: “Noi ci tenevamo a passare il turno e lo avremmo meritato - racconta “TuttoCalcioCatania”. Abbiamo giocato bene, palla a terra e subendo poco. Loro si sono portati in vantaggio su un cross ed una bella giocata, la seconda rete è stata invece un pasticcio evitabile. E sempre meglio vincere ovviamente, ma la prestazione è stata positiva. Sarno? Mi aspettavo fosse più indietro, tenendo conto del fatto che non si allenava con la palla da un mese e mezzo. I neo acquisti sono subito entrati in sintonia, Sarno ha retto bene l’ora di gioco a disposizione, deve alzare il ritmi ma sono soddisfatto. Curiale? Ha segnato e mi fa piacere. Davis è stato scelto dal 1′ proprio perchè volevo segnasse. Poteva fare anche il secondo gol ed ha sbagliato, ma spero che questa rete gli possa dare un po’ di serenità ed autostima. Sulla scala d’importanza il campionato é al primo posto naturalmente, ma ci tenevo a passare perché avrei anche potuto tenere allenato chi ha giocato meno o deve recuperare. Domani finalmente finisce il mercato e poi penseremo al campionato. Se manca un rigore? Il fallo su Manneh è assolutamente avvenuto dentro l’area di rigore, non fuori. Episodio che mi ha lasciato basito, anche i giocatori del Catanzaro erano increduli”.

La notizia di giornata è anche un’altra:“B a 20 squadre? Prendiamo atto della decisione e cerchiamo di conquistarla. Io credo nel primo posto, non é semplice ma possiamo farcela. Nel calcio può succedere di tutto. Infermeria? Lovric è uscito causa crampi, Marotta ha una visita specialistica dall’otorino, deve assorbire questo ematoma. Rizzo è alle prese con un infortunio muscolare e sarà ancora out per Vibo. Ciancio ha ripreso ad allenarsi e potrebbe recuperare, poi è chiaro che serve tempo affinchè sia pronto a tornare in campo. Gli altri sono tutti disponibili. Marchese resta? Si è fatto trovare pronto, facendo la sua parte. Contavo su di lui, é un grande professionista. Noi facciamo delle scelte, ci sono delle regole a cui attenerci purtroppo. Io non sono d’accordo su queste regole ma dobbiamo scegliere. A volte sono scelte difficili dal punto di vista umano”.